Un programma impegnato per Esperanzah! 2016

Articolo pubblicato il 08 agosto 2016
Articolo pubblicato il 08 agosto 2016

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Il TTIP, gli informatori, la campagna « Cacciamo i veri mostri ! » ... Tutti questi temi saranno affrontati sotto forma di film, dibattiti, e arte di strada.  Dove ? A Esperanzah ovviamente ! E inoltre ci sarà musica da tutto il mondo!

« I disoccupati vengono controllati come se fossero responsabili del tasso di disoccupazione. I rifugiati vengono cacciati come se avessero provocato la guerra da cui sono fuggiti. Gli informatori vengono condannati al posto degli evasori fiscali che denunciano. [...] E se per una volta riflettessimo bene ? E se condannassimo i veri responsabili… E se cacciassimo i veri mostri ?! » È con queste parole che comincia un comunicato stampa di Esperanzah! Da molto tempo questo festival è conosciuto per il suo impegno e la 15esima edizione non farà eccezione.

Esperanzah! e il suo partner principale il  CNCD-11.11.11, Centre national de coopération au développement, ONG belga che riunisce più di 90 organizzazioni impegnate a favore della solidarietà Nord-Sud, lanciano parimenti la loro campagna di sensibilizzazione 2016 : « Cacciamo i veri mostri ! »

A dispetto del TTIP

Durante la precedente edizione, i partecipanti avevano manifestato affinché i capi di Stato si impegnassero con determinazione alla Conferenza di Parigi sui cambiamenti climatici. Quest'anno, l'accordo commerciale tra l'UE e gli Stati Uniti (TTIP) è sotto i riflettori. L’asbl Z!, organizzatrice del festival, ha anche prodotto un cortometraggio sul tema: « Diversivo ». Obiettivo : mobilitare il pubblico contro il TTIP. Vera opera sociale e politica, il film affronta il paradosso tra i recessi culturali sempre più forti e una liberalizzazione economica selvaggia e violenta.

« Occhio al diversivo ! I rifugiati non sono una minaccia. Il TTIP e i trattati di libero scambio sono il vero pericolo. Il diversivo consiste nel dito puntato dei capri espiatori o nelle paure suscitate, al fine di favorire delle decisioni contrarie all'interesse generale », si legge sul sito di Esperanzah. 

La parola agli informatori

Accanto alla musica e ai film impegnati come « Merci Patron », ci saranno anche dei dibattiti. Per la 15esima edizione, i « whistleblowers » saranno l'oggetto del dibattito « Gli informatori, sentinelle della democrazia. » Saranno presenti : Alain Deltour, ex revisore dei conti di PwC interrogato a Lussemburgo per aver svelato i piccoli secgreti fiscali delle multinazionali (« LuxLeaks »), e David Leloup , giornalista d'inchiesta e autore del film « A leak in paradise ».

Così Esperanzah dimostra nuovamente di essere molto più di un semplice festival musicale.