tra ceri e pettinini, siviglia si veste di swing

Articolo pubblicato il 25 aprile 2014
Articolo pubblicato il 25 aprile 2014

Concerti, Lindy Hop, Claqué, Photocall, Sevilla Swing Party e un banchetto sono le proposte di quest'anno del Festival Sevilla Swing. Tra ceri e pettinini, in un mese caratterizzato dalla tradizione della Pasqua ed il folclore flamenco della Festa d'Aprile, le sincopi, il Jazz, i Ciak e le note a tempo trovano il loro posto nella città. 

Per que­sta se­con­da edi­zio­ne gli spazi scel­ti sa­ran­no: CICUS che ac­co­glie­rà le le­zio­ni di ballo, il Tea­tro Ala­me­da in cui si ter­ran­no i con­cer­ti e il Par­que Ca­va­lie­ri, luogo scel­to per il ban­chet­to di chiu­su­ra della festa e che, per gli in­stan­ca­bi­li del ballo, si con­ver­ti­rà nel Se­vil­la Swing Party dopo la mez­za­not­te di ve­ner­dì e sa­ba­to.

Que­st'an­no i con­cer­ti del Tea­tro Ala­me­da am­plia­no lo spet­ta­co­lo a li­vel­lo na­zio­na­le. Al grup­po lo­ca­le Très Bien! si unirà la ve­te­ra­na pic­co­la or­che­stra Po­ta­to Head Jazz Band di Gra­na­da. Una notte in cui ascol­ta­re i brani in­clu­si nella prima edi­zio­ne di­gi­ta­le dei si­vi­glia­ni, Soeil Swing con brani pro­pri e ri­vi­si­ta­zio­ni del can­zo­nie­re nor­da­me­ria­no e fran­ce­se degli inizi del XX se­co­lo. Da parte loro, i gra­na­di­ni por­ta­no il me­glio del Jazz di New Or­leans e il Di­zie­land Jazz, con una for­ma­zio­ne di cla­ri­net­ti, trom­be, sas­so­fo­ni, banjo, con­trab­bas­so e bat­te­ria il cui re­per­to­rio com­pren­de brani come Sweet Geor­gia Brown (1925) o Dip­per­mou­th Blues (1923)

Si ri­pe­te l'e­spe­rien­za del Pho­to­call e si ag­giun­ge la zona con stand or­ga­niz­za­ta da ADMIA, oltre ad una breve di­mo­stra­zio­ne di Cla­qué della DaMTe, la quale darà ini­zio al Fe­sti­val ve­ner­dì 25 al Tea­tro Ala­me­da.

Sa­ba­to lo sce­na­rio la­sce­rà il passo a O Si­ster! che già lo scor­so anno hanno re­gi­stra­to il tutto esau­ri­to, e i Doc Scan­lon's Cool Cat Combo di Bar­cel­lo­na.

O Sis­ter! è uno dei grup­pi fon­da­men­ta­li della scena jazz della città che pre­sen­te­rà temi dei suoi pre­ce­den­ti la­vo­ri "Crazy Peo­ple" (2008) e "Shout Si­ster!" (2012) con qual­che sor­pre­sa visto che in que­sto mo­men­to stan­no pre­pa­ran­do un nuovo la­vo­ro di­sco­gra­fi­co. In que­sta oc­ca­sio­ne a Paula Pa­dil­la, Ma­tias Co­mi­no, He­le­na Amado, Mar­cos Pa­dil­la, Pablo Cabra e Ca­mi­lo Bosso spet­te­rà apri­re la se­ra­ta.  

Doc Scan­lon's Cool Cat Combo è un grup­po for­ma­to da Doc Scan­lon, con­tra­bas­si­sta e can­tan­te di New York con una lunga ed esi­to­sa car­rie­ra nella sua città oltre ad es­se­re un ar­ti­sta in­te­res­sa­to a co­no­sce­re la scena swing di tutto il mondo. Ha por­ta­to i suoi grup­pi in di­ver­se città come Pa­ri­gi, To­lo­sa, Mon­tl­pe­lier, Mo­na­co, Slo­ve­nia, Shan­ghai, Bar­cel­lo­na.

Pol e Da­nie­la

Ri­tor­na­no al CICUS le le­zio­ni di ballo, anche que­st'an­no im­par­ti­te dalla Se­vil­la Swing Dance (Neus Caa­ma­ño e Sa­muel Rigal), in­clu­den­do alle le­zio­ni gra­tui­te per prin­ci­pian­ti le le­zio­ni di Cla­qué del cen­tro DaMTe (Sa­muel, Clara e Pedro). Oltre al­l'in­cor­po­ra­zio­ne del cla­qué, la no­vi­tà del­l'an­no è la col­la­bo­ra­zio­ne con Spank the Baby (Pol e Da­nie­la) che pre­pa­re­ran­no le­zio­ni di li­vel­lo avan­za­to per far co­no­sce­re stili come il Jazz Steps e il Dips & Tricks.