TiraDritto - Stop Cocaina talkstreet a Scampia

Articolo pubblicato il 09 maggio 2013
Articolo pubblicato il 09 maggio 2013
In piazza a Scampia per dire STOP alla coca. Il più grande mercato europeo della droga (450.000 euro al giorno di fatturato) occupato da cittadini comuni e personaggi noti, per sottrarlo agli spacciatori e restituirlo per un giorno alla legalità.

Sabato 11 maggio “TiraDritto-STOP cocaina”- l'iniziativa itinerante di occupazione dei fortini dello spaccio di droga - farà tappa a  Scampia (Villa Comunale, Viale della Resistenza, ore 15.00).

Interverranno il sindaco di Napoli  Luigi De Magistris, l'assessore alle Politiche Giovanili Alessandra Clemente, il Dr. Francesco Musolino e il Dr. Luigi Merolla rispettivamente Prefetto e Questore di Napoli, il Capo del Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dr. Giovanni Serpelloni, il P.M. Stefania Castaldi, gli attori Rosaria De Cicco e Patrizio Rispo, lo scrittore Peppe Lanzetta, il capitano del Napoli dello scudetto Giuseppe Bruscolotti, rappresentanti del territorio di Scampia. Il talkstreet sarà moderato da Conchita Sannino (inviata de La Repubblica). Sarà presente Paolo Berizzi.

Sono stati invitati anche i Presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso.

"TiraDritto - STOP cocaina" è l'iniziativa itinerante di occupazione dei fortini dello spaccio ideata da Paolo Berizzi, inviato de "la Repubblica", e promossa in collaborazione con il Dipartimento Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio (con il patrocinio di Unicef Italia, Croce Rossa, FIGC, Comunità di San Patrignano, CREST).

TiraDritto-STOP cocaina è la prima campagna di questo genere in Italia e in Europa in tema di droghe. Gente comune e personaggi noti - uniti dalla stessa sensibilità verso questo fenomeno sociale - occupano fisicamente e simbolicamente le piazze della cocaina (in 16 città) per sottrarle agli spacciatori e restituirle per un giorno alla legalità. Come? Con dei dibattiti di strada ("talkstreet"), dei momenti nei quali esperti,  amministratori, rappresentanti delle istituzioni, artisti, magistrati, giornalisti, scrittori, sportivi, medici, mondo dell'associazionismo e del volontariato, informano e sensibilizzano la gente che vive in quei luoghi. E, soprattutto, ascoltano le loro storie, la testimonianza di chi vive col pusher sullo zerbino e gli sportelli della coca in cortile.

Sul sito WWW.TIRADRITTO.ORG (gruppo attivo anche su Facebook) sono illustrati  il progetto, le tappe e i tanti testimonial che già hanno aderito ( Roberto Bolle, Carlo Verdone, Pierfrancesco Favino, Matteo Garrone, Kasia Smutniak, Raoul Bova, Alessandro Siani, Ascanio Celestini e molti altri). 

La campagna  è partita lo scorso 27 marzo da Roma - Tor Bella Monaca. C'erano, tra gli altri, Kasia Smutniak, Marco Giallini, Fabrizio Frizzi, Giovanni Serpelloni (capo dipartimento politiche antidroga), Massimo Barra (Villa Maraini, il più grosso centro di recupero per tossicodipendenti di Roma), questore e comandante dei carabinieri, e tanta gente del posto.

Qualche giorno dopo l'occupazione di TiraDritto nel fortino di Tor Bella Monaca, i carabinieri hanno messo a segno un megablitz contro i signori della droga (decine di arresti, 25 chili di cocaina sequestrati ecc).

TiraDritto è un'iniziativa civile e corale, un'iniziativa che si nutre, fuor di retorica, dell'aiuto e del sostegno di tutti: amici, colleghi, territorio, istituzioni, associazioni, personaggi pubblici, insomma di chiunque abbia una spiccata e non convenzionale attenzione per il sociale.

*Preleva la locandina dell'iniziativa

Comunicato stampa

Paolo Berizzi

Alessandra Caccioli

ufficiostampa@tiradritto.org