Ti pretendo. In nome della traduzione, se c'è

Articolo pubblicato il 02 marzo 2008
Articolo pubblicato il 02 marzo 2008
«Alcuni pretendono che gli studenti non abbiano problemi di alloggio», si traduce sulla pagina del Corriere della Sera che mostra il famoso poster apparso in Francia come slogan rappresentativo del problema degli alloggi studenteschi d'oltralpe.

Eppure, il Corriere, nell'articolo firmato da Marco Consoli, in cui il giornalista illustrava il dramma vissuto da migliaia di studenti francesi e stranieri, e la genesi di questo poster, aveva scritto bene: «Alcuni fanno finta che gli studenti non abbiano problemi di alloggio…», traducendo dall'originale «Certains prétendent que les étudiants n'ont pas de problèmes de logement». Invece, lo "svarione" che ha prodotto il verbo "pretendere", sarà forse stato provocato dalla vista dei due ragazzi a letto con i genitori (o i nonni)?