Thriller estivo

Articolo pubblicato il 23 agosto 2013
Articolo pubblicato il 23 agosto 2013

Fuori c’è il sole, fa caldo e avete voglia di un buon libro. Si, ma quale? Niente panico, ecco per voi una lista di gialli, scritti da autori provenienti da tutta l'Europa.

Come ogni anno, è arrivato il momento fatidico. L’appuntamento è al reparto libri della stazione o all’edicola del paesino dove avete deciso di trascorrere le vacanze. Lo sguardo è perso nel vuoto e le braccia sono conserte. L'atmosfera è estiva: spiagge, piscine, e pisolini all’ombra di un pino fanno venir voglia di leggere un buon libro. Si, è vero, avreste potuto portarvi dietro un paio di libri da casa. Ma tra "Spinoza" che aspetta impolverato sul comodino da 8 mesi e il romanzo "deprimente" di Yasmina Khadra che vi hanno regalato a Natale, avete optato per la soluzione meno indolore e vi siete detti: "Dai, ne comprerò uno là!".

Ora, la domanda è: quale libro scegliere? Da tempo considerato come parte della letteratura commerciale (la peggiore ingiuria in ambito letterario), il romanzo poliziesco ha riconquistato il suo lustro da qualche anno. L’infatuazione per le storie di sbirri e, soprattutto, per il romanzo nero è nata negli anni '60-'70, ma ha raggiunto il parossismo grazie a fenomeni editoriali come la trilogia di Stieg Larsson. Intrecci tenebrosi, atmosfere losche, eroi poco raccomandabili: lo stile si è rinnovato, eppure rimane ancora fedele ai classici Sherlock Holmes e al commissario Maigret.

Di romanzi polizieschi ce ne sono un’infinità e il titolo non vi darà nessun indizio sulla qualità del contenuto. E poi, di Agatha Christie ne avete già letti 250 e dopo un mese avrete già dimenticato chi fosse l’assassino!

È un giungla. Proprio per questo vogliamo darvi qualche consiglio su come districarvi fra un'indecisione e l'altra. Ci sono romanzi che vi faranno viaggiare e vi porteranno alla scoperta di altri Paesi europei, di altre culture. Ma cosa c’è di meglio di un poliziesco, ritenuto il romanzo sociale per eccellenza, per immergervi profondamente nella vita quotidiana, nello psichismo e nell’atmosfera di altre città e altri Paesi?  Seguiteci (con discrezione) nel nostro tour del crimine in giro per l’Europa !

AUSTRIA, Wolf Haas - La sErie deI "Brenner" (1996-2009)

Da Salisburgo a Graz, da Innsbruck a Vienna: è l’Austria come non l’avete mai vista e, speriamo, come non la vedrete mai (sic!). Con uno stile sarcastico, che spesso rasenta il sardonico, Wolf Haas ha saputo creare nella sua serie di romanzi un’atmosfera di sfacelo. È il detective Simon Brenner che scende in campo questa volta. Con uno stile tenebroso, il narratore racconta la storia senza troppa compassione per il povero commissario e scandisce la narrazione con un umorismo nero tipicamente austriaco. Quale libro della serie è da consigliare? Sicuramente il primo: "Auferstehung der Toten" e "Vieni, dolce morte" per una visita della capitale.

SVEZIA, Sjöwall e Wallö - RomanZO SU un crimINe (1965-1975)

Romanzo su un crime è la prima serie di romanzi polizieschi del nord Europa ad aver riscosso successo in tutto il continente. La serie rievoca le indagini condotte da Martin Beck sulla polizia criminale di Stoccolma. Con uno stile affilato come un rasoio, il racconto analizza dal primo volume della serie, "Roseanna", una Svezia aspra e gelida e uno Stato assistenziale che non è così idilliaco come si crede.

INGHILTERRA, David Peace - IL MALEDETTO UNITED (2008)

Habitué di romanzi un po' tenebrosi e alquanto "pesanti", David Peace propone con "Il maledetto United" un romanzo nero più simile a un thriller che a un poliziesco. La storia è ambientata nel nord-est dell’Inghilterra, in una regione segnata dalle ferite sociali delle miniere di carbone, tra Leeds, Derby e Sunderland. Brian Clough, un alcolista e grande allenatore di calcio degli anni '60, è il personaggio principale che si muove sullo fondo di emozioni forti, vestiti maleodoranti e intrighi.

ItaliA, Andrea Camilleri - CommissarIO Salvo Montalbano (1978-2013)

Se quest'anno non avete modo di andare in Italia, ecco ciò che fa al caso vostro! Il buon cibo e gli scatti d’ira del Commissario Salvo Montalbano, vi immergeranno negli intrecci e nella vita quotidiana del paesino (fittizio) di Vigata, in Sicilia. Cullati dall’accento melodioso della narrazione e dai profumi della cucina siciliana, l’intera serie, oggi un cult in Italia, va gustata insieme a un buon bicchiere di vino.

SPAGNA, Manuel Vázquez Montalbán (1972-2004)

Simpatico e grande gastronomo, il detective privato catalano Pepe Carvalho è diventato uno dei personaggi imprescindibili del romanzo poliziesco. Montalbán, ha ispirato successivamente un nutrito numero di autori. È lui a guidarvi alla scoperta della Spagna e della sua cucina al ritmo delle indagini e dei pasti dell’eroe, tra paesaggi bucolici e sanguinarie scene del crimine. 

Francia, Simenon - le indagini del Commissario Maigret (1931-1972) 

È la Parigi che non abbiamo mai conosciuto, ma che avremmo sempre voluto assaporare, quella che prende vita dalla penna incantevole di Simenon. È lui che ci porta nel cuore delle indagini del commissario Maigret, un detective un po' burbero, ma di grande umanità con la passione per la birra fredda e i panini al prosciutto. Una collezione che ha ancora il fascino dei vecchi romanzi gialli in cui la cura per l’estetica cupa del delitto è un must

E per tutti i lettori fedeli che ci hanno seguito fino al termine di questo viaggio, ecco un ultimo consiglio letterario come ricompensa: il francese Jean-Patrick Manchette ha reinventato il thriller francese presentando uno stile acerbo, sovversivo e assolutamente splendido.

I miei ringraziamenti vanno a Benjamin, Hildegard, Pascal, Matthieu e Valeria (in ordine di comparsa) per i loro preziosi consigli.