Summit Ue-Usa: intervista esclusiva all'ambasciatore William E. Kennard

Articolo pubblicato il 19 novembre 2010
Articolo pubblicato il 19 novembre 2010
Il summit Ue-Stati Uniti di Lisbona si annuncia estenuante: Barack Obama, Dmitri Medvedev, José Manuel Durao Barroso e Herman Van Rompuy dibatteranno dell'agenda internazionale - dall'Afghanistan alla lotta contro la disoccupazione - e tenteranno di rispolverare le relazioni transatlantiche. Ritorno sui punti caldi del summit in un'intervista video con William E.
Kennard, ambasciatore degli Stati Uniti all'Unione Europea, incontrato a Bruxelles da cafebabel.com.

Ben 7.000 poliziotti si preparano da martedì a controllare eventuali manifestazioni attese in vista di una mai vista concentrazione di potere in un solo luogo.

1) La NATOcelebra venerdì e sabato un summit fondamentale (il più importante della storia, secondo la BBC), per discutere della possibile ritirata dall'Afghanistan nel 2014 e i piani per scudo anti-missilistico proposto dagli Stati Uniti, che potrebbe estendersi anche a una parte della Russia. Saranno presenti i capi di stato Barack Obama e Dmitri Medvedev.

2) Sabato, il summit Unione Europea-Stati Uniti, iniziativa voluta dalla stessa Casa Bianca che ne aveva annullato la precedente data, sarà utilissimo per parlare di crescita economica, analizzare gli scarsi risultati del G20 di Seul, cominciare a affrontare il programma nucleare dell'Iran, mettere in campo una strategia contro la criminalità informatica e scambiare delle idee per il prossimo summit sul cambiamento climatico organizzato a Cancun a partire dal 29 novembre.

Intervistato dalla redazione di cafebabel.com a Bruxelles, l'ambasciatore degli Stati Uniti all'Unione Europea pone la collaborazione internazionale come priorità numero uno per superare la crisi economica mondiale.

Guarda l'intervista integrale sulblog di cafebabel.com Bruxelles

Foto: (cc)h.koppdelaney/flickr; video: cafebabel.brussels.com