Startup Week End Women's Edition: maratona di idee al femminile 

Articolo pubblicato il 20 gennaio 2016
Articolo pubblicato il 20 gennaio 2016

Per la quarta volta torna a Palermo la Startup Weekend, appuntamento imperdibile per innovatori, startupper e appassionati di tecnologia. Questa volta però le proatgoniste saranno le "wonder women" siciliane per un'edizione speciale tutta al femminile.  

J. H. Miller, autore del famosissimo poster, diventato immagine dell'emancipazione femminile, ci aveva forse visto lungo? Dal 22 al 24 Gennaio 2016, il Consorzio Arca, incubatore di startup e imprese dell'Università di Palermo, apre le porte ad un weekend tutto al femminile incentrato su un tema di estrema attualità: le  Startup! Così, innovatrici, impenditrici, letterate, fisiche, economiste, matematiche, studentesse e ricercatrici potranno incontrarsi in un laboratorio di condivisione di idee. Il comune denominatore? Essere donne pronte a innovare e mettersi in gioco. 

Non è più un mistero che cresca il numero di Startup al femminile e il 2016 delle imprenditrici creative inizia con un "libretto di istruzioni" per tutte quelle donne che "vorrei ma non posso/oso se conosco". Il format è quello internazionale già sperimentato in tantissime città: una maratona di 54 ore (dal venerdì pomeriggio quando verranno presentate le idee attraverso dei pitch di un minuto, sino alla domenica sera) che riunisce sviluppatori, designer, esperti di business e marketing, product manager e tutti coloro che nutrono interesse per il mondo del web e dell’innovazione. A supporto delle 45 partecipanti, oltre alle organizzatrici Paola Di Rosa, Monica Guizzardi e Serena Tudisco, ci saranno tantissime mentor e quattro speaker che orbitano già nel mondo dell'impresa (per scoprire chi sono clicca qui). 

Ma ancora una volta l'appuntamento sarà una grande opportunità per chi ha delle idee e non sa come tradurle in realtà, ma anche per startup già esistenti che sono alla ricerca di persone per ampliare il proprio team e vogliono incontrare investitori e partner. Un invito alle donne creative a superare la timidezza come testimonia la scelta della mascotte, Wonder Woman. «Siamo delle donne meravigliose, o meglio: spesso non ci rendiamo conto che abbiamo davvero dei superpoteri con i quali poter affrontare la vita di ogni giorno», spiegano dall'organizzazione. «Attraverso l’eroina dei fumetti vogliamo scardinare un sistema ormai lontano, anacronistico ma che in Sicilia purtroppo ancora trova tristi conferme, come l’essere la regione italiana con il tasso più alto di disoccupazione femminile».