Sesso... bestiale

Articolo pubblicato il 29 novembre 2006
Articolo pubblicato il 29 novembre 2006

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

La campagna elettorale americana era in pieno svolgimento e volava basso: i libertini Democratici rinfacciavano ai devoti Repubblicani i loro scandali sessuali, e piovevano su Washington accuse di bestiality. Una parola che, lungi dal sottolineare il carattere selvaggio dei giochi elettorali, in inglese fa allusione a pratiche sessuali tra uomini e animali. L’equivalente della nostra zoofilia, termine presente anche in francese e in spagnolo. Di fronte al mio stupore al capire il significato della parola bestiality una collega irlandese mi chiede, stupita: «In francese, come si chiamano allora le persone che amano gli zoo?».