Salsa, tequila, corazón: il tormentone dell'estate

Articolo pubblicato il 30 giugno 2014
Articolo pubblicato il 30 giugno 2014

Tramonti, birra, chorizo, mojitos, tapas, persino Las Ketchup e Ricky Martin: c’è tutto questo in "Salsa Tequila", la canzone del norvegese Anders Nilsen. Il destino è già segnato: diventerà il tormentone dell’estate. È nata per questo e così sarà.

Salsa. Te­qui­la. Corazón. Cer­ve­za. Costa. Mo­ji­to. Mal­lor­ca. Bai­lan­do. Ba­ca­lao. Muy bueno. L’e­sta­te è ar­ri­va­ta e con essa i po­me­rig­gi as­so­la­ti, le feste in spiag­gia, la birra, i mo­ji­tos e i tuffi not­tur­ni. Ov­via­men­te se siete così for­tu­na­ti da vi­ve­re vi­ci­no al mare o in una pub­bli­ci­tà della Estrel­la Damm. In caso con­ta­rio, vi do­vre­te ac­con­ten­ta­re (come la mag­gior parte dei co­mu­ni mor­ta­li) di un ven­ti­la­to­re, di una gra­ni­ta e delle feste in piaz­za dove si­cu­re­men­te ascol­te­re­te "Salsa Te­qui­la". Eb­be­ne sì, si­gno­re e si­gno­ri, ecco a voi la can­zo­ne del­l’e­sta­te!

Per molti eu­ro­pei, la Spa­gna è si­no­ni­mo di sole, festa e birra. È que­sto ciò che mo­stra la can­zo­ne di An­ders Nil­sen. Un pezzo che ha tutto quel­lo che serve per es­se­re una per­fet­ta hit del­l'e­sta­te: ritmo, sas­so­fo­no, fi­sar­mo­ni­ca e so­prat­tut­to un testo in spa­gno­lo. E che testo! In base a quan­to di­chia­ra­to dallo stes­so Nil­sen ad una ri­vi­sta di­gi­tale no­rvegese, que­sto ra­gaz­zo di 26 anni in real­tà di spa­gno­lo non ne sa un bel nien­te, ma ciò non gli ha im­pe­di­to di scri­ve­re un brano che sta spo­po­lan­do su In­ter­net e che pre­sto verrà dif­fu­so anche su Spo­ti­fy e iTu­nes.

Né Geor­gie Dann, né Los Ma­no­los o Las Ket­chup (omag­gia­te nel video). Que­st’an­no in tutte le di­sco­te­che non si ascol­te­rà altro che il nor­ve­ge­se An­ders Nil­sen. Se ana­liz­zia­mo se­man­ti­ca­men­te la can­zo­ne, è dav­ve­ro di­ver­ten­te sco­pri­re quali sono le pa­ro­le e le espres­sio­ni in spa­gno­lo co­no­sciu­te da chi non parla que­sta lin­gua: “cor­ta­do", "amigo", "costa", "mu­chas gra­cias", "Ma­drid", "som­bre­ro", "gato negro", "tex-mex", ma anche altri ter­mi­ni più com­mer­cia­li come "Old El Paso" e "De­spe­ra­dos". In­som­ma, le pa­ro­le del buon umore. La can­zo­ne sem­bra es­se­re la ver­sio­na spa­gno­la di quei corsi in stile “L’in­gle­se in 1000 pa­ro­le”: Salsa te­qui­la o “Tutto quel­lo che devi sa­pe­re in spa­gno­lo per le tue pros­si­me va­can­ze a Maior­ca o a Cancún”. Del resto, chi vor­reb­be spen­de­re soldi per un co­sto­so corso esti­vo? Men che meno con que­sto caldo. Gra­zie al video po­tre­te im­pa­ra­re tutte le pa­ro­le più im­por­tan­ti della lin­gua di Cer­van­tes, am­mi­ran­do me­ra­vi­glio­se im­ma­gi­ni di tra­mon­ti idil­lia­ci, spiag­ge af­fol­la­te, feste, luci e co­lo­ri. L’e­sta­te so­gna­ta da ogni nor­ve­ge­se. 

E sì, lo sap­pia­mo. È tutto un gran cli­ché. Ma è ri­sa­pu­to che gli ste­reo­ti­pi fun­zio­na­no, ancor di più in esta­te. Al­me­no è stato di­ver­ten­te ri­tro­va­re nello stes­so brano Eva Men­des, An­to­nio Ban­de­ras, Se­le­na Gómez, Sha­ki­ra e Ricky Mar­tin. E al­lo­ra forza, que­st'e­sta­te tutti “bai­lan­do” la “salsa”, con il “corazón” e “livin la vida loca”. Muuuuuy bueeee­no!