Rompere le uova nel paniere

Articolo pubblicato il 08 agosto 2007
Articolo pubblicato il 08 agosto 2007

Brutto risveglio questa mattina per Antonio Di Pietro, ministro, leader dell'Italia dei Valori e blogger. Nella versione inglese del suo diario on-line, si legge infatti che l'ex Pm sarebbe stato escluso dalla corsa alla segreteria del Partito democratico perché would have broken the eggs in the basket, versione maccheronica di "avrebbe rotto le uova nel paniere" rimettendo in discussione gli equilibri della nuova formazione del centrosinistra. A bacchettare in rete l'ex stella di Mani Pulite è Ivan Scalfarotto, candidato alle primarie dell'Ulivo nel 2005 e vissuto per anni a Londra, che sul suo blog ha sottolineato gli spassosi incidenti linguistici creando così la polemica virtuale.

Ma quale storia contadina nasconde questo detto popolare? Il "paniere" in questione era quello in cui le galline covavano le uova per una ventina di giorni. Per questo "rompere le uova nel paniere" significa rovinare un piano o un progetto pazientemente preparato. In inglese l'espressione corretta è to cut the ground from under ovvero: "tagliare la terra da sotto" simile al detto italiano "togliere la terra sotto i piedi". In terra francese si usa couper l'herbe sous le pied letteralmente "tagliare l'erba sotto il piede". In Germania, invece, si torna a parlare di cibo con jemandem die Suppe versalzen che vuol dire "salare troppo la minestra di qualcun altro". Gli spagnoli, contrariamente alla loro ricca tradizione culinaria usano , come tanti altri popoli, l'espressione cortar las alas, "tarpare le ali". Non c'è che dire. Con questa gaffe, il Tonino nazionale si è tarpato le ali da solo.