Riuscirà l'Europa ad affrontare il Presidente Donald Trump?

Articolo pubblicato il 19 gennaio 2017
Articolo pubblicato il 19 gennaio 2017

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Donald Trump ha rilasciato la sua prima intervista alla stampa europea e le sue affermazioni hanno lasciato di stucco i politici. La NATO è obsoleta. Il Regno Unito sta meglio fuori dall'UE. Le politiche di Angela Merkel sull'immigrazione sono sono disastrose. A seguito di queste dichiarazioni i media europei chiedono all'UE di restare unita.

Siamo padroni del nostro destino – Corriere della Sera, Italia

In risposta all'intervista, Angela Merkel ha avvisato gli stati membri dell'UE di non lasciarsi destabilizzare dalle critiche di Trump. Questo è l'atteggiamento giusto, concorda il Corriere della Sera:

“L'inaugurazione che si terrà venerdì a Washington sarà un giorno di lutto per l'Europa? Sarà l'inizio di un incubo politico, economico e sociale per una società che è già debole e che affronterà il colpo di grazia?... Noi Europei commetteremmo un grosso errore se, invece di difendere i nostri interessi comuni, iniziassimo a fasciarci la testa prima di romperla e a lamentarci di come, per la prima volta dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, l'America ci stia trascurando o persino ostacolando. L'Europa ha molto da perdere ma anche molto da vincere. E invece di lasciarla nella sua lenta agonia, Trump ha messo l'Europa in stato di massima allerta. Ora sta agli europei, dice la Merkel, prendere in mano le redini del proprio destino. Saranno loro a decidere del proprio futuro, non Trump”. (17/01/2017)

Non sa niente di Europa – Sme, Slovacchia

Donald Trump non ha idea di cosa sia l'Europa, scrive Sme:

“Mancano pochi giorni all'inizio della sua presidenza e Trump, con le sue idee, è ben lontano dal capire cos'è l'Europa. Se davvero crede che la Germania rimpiazzerà gli USA nel mercato globale non conosce nemmeno le leggi dell'economia. E questo per un uomo d'affari di successo è quantomeno sorprendente. L'UE non è fatta soltanto di affari ma anche frontiere aperte, libertà di viaggiare e cooperazione. Di cose che hanno portato l'Europa a vivere un'era di pace e prosperità senza precedenti. Se al presidente non importa nulla del futuro dell'UE agli europei importa eccome... Un'ulteriore prova del fatto che non ha idea di cosa stia succedendo nella nostra regione l'ha fornita dichiarando di fidarsi tanto di Putin quanto della Merkel e che la NATO è obsoleta... E queste dichiarazioni vengono dal futuro leader della più grande potenza del mondo. (17/01/2017)

Debole nei confronti dello sviluppo globale – Der Standaard, Belgio

L'intervista ha ancora una volta esposto in maniera brutale la debolezza dell'Europa. Secondo Der Standaard:

“Ogni giorno diventa sempre più evidente la debolezza dell'Europa di fronte al capovolgersi dei suoi valori. Ieri la Merkel ha reagito affermando che l'Europa è padrona del proprio destino. Ed è vero. Ma è proprio questo il problema. Mentre affronta la sfida di dover difendere la propria sicurezza e stabilità per la prima volta in 70 anni, l'Europa è completamente divisa. E in un momento in cui i rischi sui confini aumentano, Putin e il primo ministro israeliano Netanyahu mostrano sicurezza di sé... In Turchia Erdogan continua a consolidare il proprio potere. Il nuovo presidente degli USA potrebbe lasciare la Siria alla Russia e all'Iran e l'assassino Bashar Al-Assad rimanere in sella. L'Europa deve dare risposte più incisive a questa inquietante realtà.” (17/01/2017)

L'EU può essere ancora una grande superpotenza – L'Express, France

I nemici interni ed esterni dell'Europa formano una funesta coalizione che l'EU dovrà fermare nel 2017, scrive Jacques Attali dell'Express:

“Per le altre tre superpotenze questo è l'anno ideale per sbarazzarsi di un potenziale rivale. E con questo fine tenteranno di unire le forze con chi cerca di sciogliere l'Unione Europea dall'interno. Perchè è solo in Europa che si pensa che l'Unione Europea non può essere la più forte potenza economica del ventunesimo secolo. È solo in Europa che le persone vogliono tornare terrirori provinciali e limitati nonostante abbiano la possibilità di costruire una grande nazione democratica e sovrana che potrebbe essere tanto vasta quanto quella dei suoi rivali. Questa è la sfida che gli europei dovranno affrontare nel 2017: sopravvivere agli attacchi interni ed esterni, e i primi stanno involontariamente rinforzando i secondi”.

---

30 Countries, 300 Media Outlets, one press review. euro|topics presents the issues affecting Europe and reflects the continent's diverse opinions, ideas and moods.