Raduno nella Repubblica di Moldavia – ricarica spirituale e divertimento creativo con Art Labyrinth

Articolo pubblicato il 09 giugno 2014
Articolo pubblicato il 09 giugno 2014

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Nel centro della capitale più verde d'Europa, Chisinau, l'associazione creativa Art Labyrinth con il suo ambiente accogliente e stanze speciali su misura offre una ricarica spirituale per coloro che vogliono lasciarsi alle spalle la monotonia e apatia della vita di tutti i giorni.

Visto da fuori il vecchio museo sembra abbandonato. Solo i poster colorati degli imminenti concerti e i programmi cinematografici, attaccati alla porta principale, fanno capire che stia succedendo qualcosa all'interno. Entrando dalla porta cigolante ci troviamo in un corridoio sinistro ricoperto da strani lavori di arte contemporanea, seguendo i quali si arriva nel piacevole giardino dell'ex museo. Nel giardino del tè piccoli gruppi di persone si riposano seduti a tavolini improvvisati ottenuti da libri e plexiglass, si godono i primi caldi raggi del sole sorseggiando una tazza di tè. Davanti ai tavoli, su un palco, si sta svolgendo una prova di danza mentre in un angolo lontano dei batteristi provano per il prossimo spettacolo.

Tutti hanno bisogno di un posto in città

Nonostante Art La­by­rin­thfu creata come Organizzazione non governativa (NGO) subito dopo il primo festival estivo nel 1998, i membri dell'associazione creativa hanno iniziato a lavorare assieme molti anni prima. Inizialmente volevano creare attività artistiche e musicali con le quali poter spezzare la monotonia della vita di tutti i giorni. A partire dalla produzione di ceramica, questa attività fu seguita da molti altri esperimenti con nuove tecniche e materiali. Il lavoro finale è stato presentato in mostre organizzate dai membri del gruppo e da amici a spese proprie.

La musica ha dato un altro grande impulso alla loro ispirazione. Dopo aver visitato molti festival musicali, suonare, soprattutto la batteria, è stata un'altra delle attività inserite nel programma. D'improvviso ha preso vita l'idea di un festival estivo oltre a moltissimi altri progetti i quali erano principalmente esperimenti, ispirati parzialmente dagli eventi di comunità internazionali temporanee come Rain­bow Gath­er­ing. Il festival ha goduto di un successo inaspettato. Al posto dei 50 partecipanti previsti, l'evento ha ospitato 500 visitatori incoraggiando gli organizzatori a registrare l'associazione come NGO e a creare studi d'arte permanenti e un centro culturale pubblico. Nel 2011, dopo alcune postazioni provvisorie, si sono spostati nell'edificio di Muzeul Zemstvei dove possono utilizzare alcune delle stanze a condizioni vantaggiose.

La ragione di vita di Art Labyrinth è stata, e continua ad essere, confermata dalla costante presenza dei visitatori. La sede culturale fornisce un paradiso unico per tutti quelli che sentono, letteralmente o metaforicamente, di non poter trovare il proprio posto in città.

Il design unico delle stanze crea un'atmosfera rilassante e pacifica e questo rende Art Labyrinth un luogo d'incontro perfetto per una tazza di tè o piacevoli chiacchierate. Allo stesso tempo molteplici seminari come lezioni di batteria e danza, lezioni di lingua, vita da campo e performance di musicisti locali e internazionali, compagnie teatrali e programmi cinematografici, danno l'opportunità ai visitatori di godere di una ricarica spirituale e migliorare i propri talenti. In quest'ultimo obiettivo si è ritrovato Alexander, membro fondatore dell'associazione e uno dei più promettenti di Art Labyrinth. 'Domani dovresti provare a essere migliore di oggi in ciò che fai' è uno dei principi della sua filosofia di vita, la quale è alla base delle scelte che vengono fatte per l'associazione.

Una mentalità insolita, sperimentale e aperta sono caratteristiche comuni ai visitatori di Art Labyrinth. Queste qualità solo l'elemento chiave dello sviluppo personale, le quali però possono rendere l'integrazione più difficile in alcuni casi. Perciò questo posto può essere un rifugio importante per molte persone, dove possono trovare quello che stanno cercando: una comunità, un luogo pacifico o, perché no, la libertà.

Esperienze di libertà

L'evento più importante di, il festival estivodella durata di 3 giorniche quest'anno si terrà nel nord della Moldavia, vicino a Edinet, apre le porte all'esperienza della libertà.

L'evento annuale dell'arte alternativa della cultura e della vita ecosostenibile, segnala perfino nel nome le componenti principali del festival: creatività, ecosostenibilità e partecipazione attiva, non solo da vedere ma da considerare come azioni da intraprendere. Il festival si concentra sul raggiungere nuove esperienze con una mente aperta e lucida, in contrasto con quegli eventi dove per fare nuove esperienze sono necessarie le sostanze allucinogene e le droghe leggere. Niente alcolici o droghe e la non aggressività sono le regole di base alle quali ogni partecipante deve sottostare per preservare l'atmosfera dell'evento indisturbata e piacevole.

Oltre alle semplice regole di partecipazione, il posto deliberatamente scelto del festival gioca un ruolo importante nell'assicurare un'esperienza tranquilla durante l'evento. Ogni anno il festival si sposta in un luogo nuovo, preferibilmente situato vicino a un fiume e lontano da ogni nucleo abitato. Accanto all'ambizione del festival di lasciarsi alle spalle ogni forma di conquista del progresso, l'assenza di nuclei abitati presenta un aspetto positivo nel senso pratico cioè la non presenza di confini, blocchi o ingressi. Anche se accessibilità e apertura possono incoraggiare nuove persone a unirsi ai camper, possono anche attirare ospiti indesiderati. Posizionare il festival a distanza, in un posto più difficile da raggiungere, garantisce la presenza solo dei partecipanti più motivati.

Gli organizzatori hanno iniziato a progettare e costruire il festival due settimane prima dell'apertura. Usano solo materiali naturali e attrezzature che possono essere trovati sul posto. Questo metodo ecosostenibile semplifica la pulizia dell'area dopo la fine del festival e l'associazione può anche risparmiare soldi sul trasporto degli equipaggiamenti. L'assenza di commercio è essenziale durante l'evento. I partecipanti non possono comprare o vendere niente per soldi, ma questo non comporta nessuna difficoltà visto che tutto ciò di cui possono aver bisogno si può trovare in natura. Cambiare continuamente luogo serve come infinita fonte di creatività. I nuovi panorami ispirano non solo il design e la costruzione del sito, mettono alla prova anche gli artisti che lavorano sulla terra del festival creando, con materiali naturali, specifici interventi o opere d'arte effimere. Ad ogni modo non solo gli artisti possono mettere alla prova le loro abilità, i visitatori possono scegliere tra una vasta gamma di seminari e workshop come yoga, vita da campo, lezioni di batteria o laboratori manuali. In più a queste attività ricreative esibite da gruppi locali e internazionali, si tengono anche opere teatrali e cinematografiche nel corso dei 3 giorni. Partecipare, anche se componente principale del festival, non significa solo assistere agli eventi ma anche fare da volontario nell'organizzazione dell'evento stesso, un aiuto è sempre ben accetto per esempio in cucina o nelle attività con i bambini.

Idee infinite

Anche se i membri dell'associazione sono occupati a progettare i prossimi lavori, continuano a raccogliere idee nuove per i prossimi festival. Pensano che, in futuro, sia essenziale mettere in chiaro che è l'esperienza la parte più importante di questo festival. Perciò vogliono che i laboratori e i seminari siano importanti quanto i giochi e le attività, i quali sarebbero capaci di motivare ancora di più i partecipanti. Vogliono inoltre sottolineare l'importanza di ciò che significa ecosostenibilità, non solo durante il festival ma nella vita di tutti i giorni, per questo è per loro rilevante organizzare più seminari e discussioni, magari anche creare un gruppo che potrebbe iniziare un piccolo progetto nella città.

Ad Art Labyrinth non sono mai mancate idee nuove, ma per realizzarle Alexander è del parere che l'associazione e i suoi metodi di lavoro debbano essere più organizzati. Questo potrebbe anche aprire le porte a nuove collaborazioni con altre organizzazioni artistiche sulla scena locale e non e aumentare le loro possibilità di farsi conoscere. Proprio quest'ultima opportunità potrebbe essere veramente importante per Art Labyrinth visto che, al momento, le tasse d'iscrizione e le donazioni sono la loro unica fonte di guadagno. Devono trovare un modo, ma credo che con la loro grande forza di volontà e l'energia infinita, ne troveranno uno.