Questione di cuore

Articolo pubblicato il 23 agosto 2006
Articolo pubblicato il 23 agosto 2006

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

L’amore, si sa, è una cosa meravigliosa. E ogni europeo lo esprime in modo diverso. Gli uomini francesi lancent des fleurs, lanciano fiori, quando corteggiano la propria adorata, per adularla ed entrare nelle sue grazie. Se tentassero tutto questo con una tedesca, è possibile che la bella di turno risponda semplicemente: «Grazie dei fior!».

In effetti nelle lingue germaniche i fiori sono assenti come messaggio d’amore. Tra i tedeschi l’amore passa durch den Magen, per la pancia, mentre per gli spagnoli entra dalla porta della cucina (el amor entra por la cocina). In Inghilterra, quando la freccia di Cupido colpisce due persone, queste fantasticano con sguardi raggianti: Absence makes the heart grow fonder, più o meno il corrispondente delle parole di Modugno “la lontananza sai, è come il vento/ spegne i fuochi piccoli, ma/ accende quelli grandi… quelli grandi”. Qui la pensano all’incirca come i tedeschi, sicuri che kennt Liebe keine Grenzen, l’amore non conosce confini e wächst durch die Ferne, cresce con la distanza.

E se ci dovessero essere dei problemi in alto i cuori! Come dice il proverbio russo , presto o tardi “su ogni pentola si mette un coperchio”.