Quelli che... cafébabel Torino: buon 2016 a tutti!

Articolo pubblicato il 30 dicembre 2015
Articolo pubblicato il 30 dicembre 2015

Vi hanno raccontato l'Europa e Torino per tutto il 2015. E non vedono l'ora di continuare dopo i botti di Capodanno. Da tutta la redazione di cafébabel Torino: buon 2016 a tutti!

Alexander D. Ricci

Nato a Colonia nel 1988, è cresciuto a Orvieto, in Umbria, a suon di sagre e calci al pallone. Poi la lenta risalita: da Roma fino a Torino, passando per MilanoParigi e Bruxelles. Dopo essere stato editor della redazione italiana di cafébabel nella ville lumière, ha lanciato, insieme a Giuseppe Costabile e Carolin Vorderstemann, quella di Torino, per la quale cura le relazioni con il quartier generale e con le altre redazioni europee. Per il resto, ovviamente sogna di fare il giornalista. A volte ci riesce. Scrive per Left.

Vittoria Caron

Nata a Torino 25 anni fa, presto ha preso il volo per nuovi lidi. Dopo 3 anni di vagabondaggio tra Inghilterra, Germania e Belgio è ritornata al nido, dove lavora come social media manager. È coordinatrice editoriale di cafebabel Torino, cura i social del magazine e tiene una rubrica turistica sulla sua città. Innamorata di giornalismo ed Europa, ha un master in European Journalism preso a Bruxelles, un passato di collaborazioni con diverse testate, ed è la founder di uno dei 100 migliori expat blog del mondo. È malata di viaggi, e scriverci su cura la sua anima.

Giuseppe Costabile

"Costabile, chi era costui?", si interroga perplesso il direttore di Repubblica Ezio Mauro di fronte alla nostra domanda. Come dargli torto? Eppure Giuseppe ci ha provato a fare il cronista, quando ancora viveva in Calabria e addirittura in Spagna, dove è andato 2 volte in cerca di Erasmus e di fortuna. Partito definitivamente da Cosenza nel 2012 è arrivato a Torino e ha subito scelto – con grande caparbietà e rinunciando a numerose più comode offerte – di fare il pendolare su Milano "Tutti i Santi Giorni" (copyright Paolo Virzì). Da qualche mese è tornato stabilmente a Torino, si occupa di comunicazione aziendale e nelle lunghe ore quotidiane di tempo libero, si dedica a cafébabel.

Carolin Vorderstemann

I. Il periodo tedesco. Carolin nasce e cresce nel centro-nord della Germania prima di spostarsi in Baviera per studiare con i grandi (e meno grandi) maestri. II. Il periodo colorato: i viaggi. Allo scoccare del nuovo secolo inizia a girovagare per il mondo in cerca di ispirazione, nuove lingue e… tirocini. Passa così per gli Stati Uniti, la Spagna, la Francia, l’Irlanda e l‘Argentina fino ad arrivare al sud dell’Italia. III. L’influenza della scuola italiana. Nel 2010 Carolin approda definitivamente a Torino dove tuttora vive, lavorando nell’ambito della traduzione e della cultura, anche per cafébabel

Stefano Lorusso

È nato in un posto dove Cristo non è mai arrivato, una persona con i capelli cinerei gliel’ha fatto capire e si è trasferito a studiare nella città dove è nato e cresciuto il personaggio che lo ha scritto. Appassionato di musica, informazione, cene "svuotafrigo". Il resto lo sta costruendo.

Veronica Cesarco

Veronica nasce e cresce tra le colline ennesi. Appena ventenne, si sposta a Ragusa Ibla, dove si innamora dei suoi artisti di strada, oltre che della mediazione linguistica. La sua passione per le lingue, la comunicazione e le culture straniere la portano prima in Germania per un’esperienza Erasmus e poi a Torino per approfondire apparentemente gli studi. Si interessa di molte cose, ma in particolare di letteratura e ambiente. Adora viaggiare, stare tra la gente, sentire i suoi racconti e ama condividere il buon cibo con tutti. Attualmente è stata risucchiata dal fascino tedesco e, infatti, vive e lavora a Colonia, da dove continua a collaborare con cafébabel Torino per le traduzioni dal tedesco.

Chiara Genova

Chiara è laureata in sviluppo, ambiente e cooperazione. Di origini torinesi, è innamorata di questa sua città, sotto il cui cielo vive da 25 anni. Da sempre è appassionata ai temi della sostenibilità ambientale, dell'equità e della cooperazione, per questo agisce sul locale per diffondere un’educazione ambientale e alla sostenibilità… Cerca di costruire la sua vita in coerenza con i suoi principi e ideali, convinta del valore del rispetto e della cura di tutto ciò che ci circonda.

Luca Cocos

Luca è nato ad Asti e mentre ha fatto di tutto e di più per andare via e scoprire il mondo non perde mai un’occasione di promuovere la sua città ed il suo territorio. Gira per il mondo per lavoro e vende. Cosa, non si sa bene, ma l’importante è vincere la competizione di chi lascia più biglietti da visita in più città del mondo. Per cafébabel scrive di economia.

Federica Dadone

Nata di marzo, nata balzana. Da piccola Federica voleva fare il calciatore, il pirata o il Presidente della Repubblica. La prima opzione costava troppa fatica. La seconda è la scappatoia in caso le cose vadano male. Sulla terza ci sta lavorando – ma del resto, si dice, è ancora giovane. Ha studiato scienze internazionali perché voleva capire il mondo, è andata a finire che non è che ci abbia capito molto, ma ogni tanto prova a raccontarlo. Da quasi 10 anni gravita attorno ai Balcani, che le hanno insegnato "never lose sight of what makes you happy". Dopo avere vissuto a Belgrado e New York, ora è tornata a casa, a Torino, dove lavora per una onlus e scrive per cafébabel, Nuok e WOTS.

Simone Benazzo

Simone nasce, cresce, si forma e si sforma in Valtellina. A 20 anni scende a sud: Bologna, dove impara ad amare la semiotica e le belle donne, non venendo ricambiato da entrambe. Succhiata l'anima della città che fu, atterra a Torino per studiare cose più serie, ugualmente inadatte a rivendicare stipendi. Al momento ristagna a Sarajevo, continuando a vivere in realtà alterate. Tracima e mente per cafébabel, East Journal e Il Caffè Geopolitico

Alessandro Cuttica

Nato e cresciuto a Roma, ha vissuto esperienze all’estero più o meno lunghe in mezza Europa: da Lione a Bruxelles, passando per Istanbul, per poi arrivare a Torino, dove vive attualmente. Studi classici, due lingue straniere, una laurea in Scienze politiche e un master in Giornalismo europeo gli forniscono una solida cultura generale, ma la vera passione di Alessandro è il disegno, di comics in particolare. Segue per tre anni la Scuola romana dei fumetti, per dare spessore alla base tecnica di autodidatta. Oggi per cafébabel disegna illustrazioni in un format originale. Felicemente immerso in un ambiente creativo, trova finalmente il suo equilibrio lavorando in uno studio di comunicazione torinese come editor e copywriter.

Elodie Bossio

Elodie non sa bene da dove viene né esattamente dove abita al momento, ma siccome è francese, lavora a Bruxelles e vive per metà a Torino, si definisce "europea". Ha studiato ingegniera, opzione "mucche e praterie", sa sempre in quale pattumiera mettere la carta, sa come dire "energia rinnovabile" (ma anche, "un bicchiere di vino, per cortesia") nelle 24 lingue ufficiali dell’UE (oltre che in cinese), ed ha già un itinerario di viaggio pronto per ogni Paese del mondo. Per cafébabel traduce gli articoli in francese.

Marco Carlone

Marco vide la luce nel lontano 1989, in un ospedale torinese. Cresciuto a 13 chilometri da Porta Nuova, fin dalla tenera età intraprende una lunga serie di viaggi – soprattutto in treno – che man mano lo portano sempre più lontano dalla città sabauda. La scusa dei lunghi viaggi è usata per far colpo, in realtà ha solo una grande paura degli aerei. Fotografare, suonare la batteria, scribacchiare, guardare le figure su libri e riviste: tutte cose che lo entusiasmano ma per le quali, come diceva la maestra Marisa (che insegnava matematica e scienze) alle scuole elementari, "il ragazzo è bravo, ma non si applica". Per cafébabel conduce il programma RadioBabel su Radio Banda larga, dando a tutta la redazione grandi soddisfazioni. 

Paolo Properzi

È riconosciuto che Paolo sia uno dei soggetti meno affidabili d'Europa. Ma è terribilmente bello (o ha la faccia come il culo, ma non volevo esser scurrile, n.d.r.), perciò nella vita se l'è scampata sempre. Dopo dei vaghi studi in comunicazione, s'innamora del reportage fotografico ma ben presto abbandona il giornalismo come progetto di vita con la scusa: "Ti amo troppo per stare con te", e si dà alla fotografia commerciale per finanziare il suo hobby preferito: pagare multe per divieto di sosta. Perciò collabora con cafébabel con la stessa passione con cui ci si becca con l'amante proibita. Si nota dal fatto che dopo le riunioni non può fare a meno della sigaretta.

Silvia Pezzopane

Silvia nasce a Roma e cresce in Umbria, tra paesini medievali e campagne pacifiche. Lo studio e l'amore per la città la riportano nella capitale. Nutre al contempo la grande passione per il cinema e quella per la mente umana, convinta che non differiscano troppo l'una dall'altra. Comunicare l'arte è il suo obiettivo, e lo fa scrivendo per cafébabel e occupandosi del fermento che la circonda. Per cafébabel scrive di cinema e dintorni. 

Arianna Pace

Arianna ha frequentato il primo anno del corso di laurea in Comunicazione interculturale, ma non soddisfatta ha deciso di cambiare rotta e intraprendere un servizio di volontariato internazionale. Ora vive a Bruxelles da poco più di 3 mesi e lavora in un'organizzazione che si occupa di bambini allontanati dalle proprie famiglie. Ha una grande passione per il canto e per il cinema.

Martina Bove

Martina cresce a Torino, anche se avrebbe preferito un posto di mare. Trascorre gli anni dell'infanzia in serenità, provando a rotazione praticamente ogni sport esclusi quelli tradizionalmente femminili, senza continuarne nessuno per più di un quadrimestre. (Qui i primi sintomi della "sindrome da inconcludenza", conclamata in definitiva nella presunta età della maturità. Se almeno avesse preso qualche lezione di danza o ginnastica artistica ora saprebbe fare la ruota). All'adolescenza nebulosa seguono gli studi di grafica, affrontati con rara e mirabile noncuranza, e le svariate fughe all'estero senza fissa dimora né stipendio. In un momento di insperata sobrietà, decide poi di dare tregua alla caccia ai fantasmi e di dedicarsi ad attività più adulte: attualmente cerca di guadagnarsi da vivere facendo disegnini.

Adriana Miele

Adriana nasce nella provincia di Napoli, e ci resta per 22 anni. Si laurea in Relazioni internazionali all’Orientale, fa l’attrice per 15 anni e si appassiona così di teatro, poesia, filosofia e politica. Un giorno decide di cambiare, ed eccola a Torino dove proseguirà gli studi specialistici. Qui incontrerà altre passioni, come il vino e la scrittura. Esuberante e sognatrice, per questo talvolta sbaglia strada.

Elisa Pesce

Da dove arriva non ve lo sta a dire, non trovereste il posto su nessuna cartina... Dove stia andando, al momento non lo sa nemmeno lei... Ma di sicuro a Torino ci sta bene. A volte traduce tutto, in altri momenti proprio niente, e sfrutta l'occasione per visitare altri mondi, nei libri o in una buona bottiglia di vino: sono le due cose al mondo che riflettono meglio i mille volti dell'umanità. E un traduttore che si rispetti non può sfuggire a un tale richiamo.