Quella patata nel budget

Articolo pubblicato il 18 maggio 2005
Articolo pubblicato il 18 maggio 2005

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

La parola “budget” sembra decisamente banale ma sotto questa veste finanziaria si nasconde un’interessante storia di verdure.

Per quanto inglese possa suonare questa definizione, in realtà deriva da noi francesi. Nel Medio Evo l’antenato del “budget” era la “bouge”: una borsa per le verdure che si trovava in tutti i casolari. La sorellina della “bouge”, la “bougette”, dal canto suo era un borsellino. Ma il termine “bougette” si diffuse talmente tanto che gli inglesi lo copiarono fino a storpiarlo: verso la metà del Diciannovesimo secolo si assiste allo sbarco in Francia di una strana parola: “budget”. Eh sì, pronunciando “bougette” con l’accento della nota attrice britannica Jane Birkin, ecco che da “bougette” si passa a “budget”. Incredibile quanto le intonazioni anglofone abbiano impercettibilmente impregnato il vocabolario francese! Eppure non immaginiamo un contabile che, conoscendo l’origine etimologica del termine, dica : «Manca una patata al budget!».