“Pranzo di famiglia”: una mostra fotografica in quattro mercati della Capitale per raccontare quarant’anni di Italia a tavola

Articolo pubblicato il 16 dicembre 2014
Articolo pubblicato il 16 dicembre 2014

Fino al 18 gennaio 2015 ai mercati Unità (via Cola di Rienzo), Vittoria (via Sabotino), Pinciano (via Antonelli) e Savoia (piazza Gimma). 

Fra una zucchina e un ravanello, i mercati rionali si trasformano in spazi espositivi: fino al 18 gennaio 2015 in quattro mercati della Capitale sarà allestita la mostra fotografica “Pranzo di famiglia 1950-1980. Una storia italiana”. Le 180 immagini che immortalano la convivialità del pranzo di famiglia sono esposte ai mercati Unità (via Cola di Rienzo), Vittoria (via Sabotino), Pinciano (via Antonelli) e Savoia (piazza Gimma).  Fra le 180 immagini, 120 sono fotografie recuperate dagli album familiari mentre 60 sono immagini pubblicitarie, copertine di riviste, rotocalchi e fumetti che raccontano il pranzo di famiglia. In particolare al mercato Prati ci sono immagini che rievocano gli anni Cinquanta, al mercato Pinciano le immagini del pranzo di famiglia hannocome sfondo il boom economico degli anni Sessanta. Il mercato Vittoria immortala quello che avveniva alle tavole degli italiani negli anni Settanta. Infine  al mercato Savoia si dà spazio all’immaginario della pubblicità e dei rotocalchi. Le foto del pranzo di famiglia raccontano un pezzo di Italia che si ritrova unita intorno a un rito collettivo, tipicamente nazionale, caratterizzato da rituali e liturgie precise. “Il rito del mangiare è il primo vero social network della storia ed il pranzo di famiglia è un archetipo assoluto della convivialità italiana, un giacimento culturale straordinario nel quale ritrovare tratti e lineamenti comuni ad una Nazione intera, uno spunto di grande suggestione per andarne a recuperare la memoria estetica, costruirci  intorno una narrazione e farla diventare un grande evento di contaminazione culturale per la valorizzazione dei mercati rionali storici di Roma”  dichiara Marco Panella, ideatore e curatore della la mostra Pranzo di Famiglia. “La mostra racconta trenta anni di questa memoria attraverso un paradigma visivo comune a tutte le famiglie italiane e realizza una vera e propria operazione di antropologia culturale - continua Marco Panella - attingendo come sua principale fonte iconografica al più grande, prezioso e inesplorato archivio fotografico italiano, quello delle famiglie, con immagini recuperate dagli album e dalle cantine o ritrovate per caso e con pazienza sulle bancarelle dei mercatini, dove le memorie disperse si affastellano cercando nuova vita”. Scegliere i mercati come location si conferma una scelta ardita ma riuscitissima: portare l’arte della fotografia dove la gente si reca quotidianamente è un modo originale per sperimentare nuovi usi degli spazi destinati a tutt’altro. “Con questa nuova mostra i Mercati Rionali Storici di Roma si confermano location originale e creativa per offrire nuovi contenuti culturali alla città e dimostrano di credere pienamente che si possa migliorare sia il rapporto con il pubblico che la qualità del commercio di prossimità grazie anche alla vivacità ed alla contaminazione culturale di cui oggi sono protagonisti” dichiara il presidente di U.P.V.A.D. e Co.Ri.De, Franco Gioacchini La mostra è prodotta da Artix e promossa da Co.Ri.De ed Upvad, nell’ambito del progetto di valorizzazione che trasforma i mercati rionali storici di Roma in un circuito di location culturali non convenzionali a disposizione della città. Ulteriori informazioni su www.ilpranzodifamiglia.it Twitter: @pranzofamiglia - #ilpranzodifamiglia

Fra una zucchina e un ravanello, i mercati rionali si trasformano in spazi espositivi: fino al 18 gennaio 2015 in quattro mercati della Capitale sarà allestita la mostra fotografica “Pranzo di famiglia 1950-1980. Una storia italiana”. Le 180 immagini che immortalano la convivialità del pranzo di famiglia sono esposte ai mercati Unità (via Cola di Rienzo), Vittoria (via Sabotino), Pinciano (via Antonelli) e Savoia (piazza Gimma)

Fra le 180 immagini, 120 sono fotografie recuperate dagli album familiari mentre 60 sono immagini pubblicitarie, copertine di riviste, rotocalchi e fumetti che raccontano il pranzo di famiglia.

In particolare al mercato Prati ci sono immagini che rievocano gli anni Cinquanta, al mercato Pinciano le immagini del pranzo di famiglia hannocome sfondo il boom economico degli anni Sessanta. Il mercato Vittoria immortala quello che avveniva alle tavole degli italiani negli anni Settanta. Infine  al mercato Savoia si dà spazio all’immaginario della pubblicità e dei rotocalchi.

Le foto del pranzo di famiglia raccontano un pezzo di Italia che si ritrova unita intorno a un rito collettivo, tipicamente nazionale, caratterizzato da rituali e liturgie precise.“Il rito del mangiare è il primo vero social network della storia ed il pranzo di famiglia è un archetipo assoluto della convivialità italiana, un giacimento culturale straordinario nel quale ritrovare tratti e lineamenti comuni ad una Nazione intera, uno spunto di grande suggestione per andarne a recuperare la memoria estetica, costruirci  intorno una narrazione e farla diventare un grande evento di contaminazione culturale per la valorizzazione dei mercati rionali storici di Roma”  dichiara Marco Panella, ideatore e curatore della la mostra Pranzo di Famiglia.“La mostra racconta trenta anni di questa memoria attraverso un paradigma visivo comune a tutte le famiglie italiane e realizza una vera e propria operazione di antropologia culturale - continua Marco Panella - attingendo come sua principale fonte iconografica al più grande, prezioso e inesplorato archivio fotografico italiano, quello delle famiglie, con immagini recuperate dagli album e dalle cantine o ritrovate per caso e con pazienza sulle bancarelle dei mercatini, dove le memorie disperse si affastellano cercando nuova vita”.

Scegliere i mercati come location si conferma una scelta ardita ma riuscitissima: portare l’arte della fotografia dove la gente si reca quotidianamente è un modo originale per sperimentare nuovi usi degli spazi destinati a tutt’altro.“Con questa nuova mostra i Mercati Rionali Storici di Roma si confermano location originale e creativa per offrire nuovi contenuti culturali alla città e dimostrano di credere pienamente che si possa migliorare sia il rapporto con il pubblico che la qualità del commercio di prossimità grazie anche alla vivacità ed alla contaminazione culturale di cui oggi sono protagonisti” dichiara il presidente di U.P.V.A.D. e Co.Ri.De, Franco Gioacchini. La mostra è prodotta da Artix e promossa da Co.Ri.De ed Upvad, nell’ambito del progetto di valorizzazione che trasforma i mercati rionali storici di Roma in un circuito di location culturali non convenzionali a disposizione della città.

Ulteriori informazioni su www.ilpranzodifamiglia.itTwitter: @pranzofamiglia - #ilpranzodifamiglia