Playlist della settimana: le città europee

Articolo pubblicato il 26 luglio 2015
Articolo pubblicato il 26 luglio 2015

Non esiste una città silenziosa. Ogni luogo risuona constantemente delle voci dei suoi passanti o del suono delle auto. Ma al di là del rumore, possiamo scoprire che queste città possiedono una loro musica e che a volte, attraverso di essa, possono raccontare la propria storia. Playlist itinerante attraverso un labirinto di strade e muri, che sembrano in grado di ascoltare queste note.

Gran Bretagna

Razorlight Don't go back to Dalston

Viral, redattore della versione inglese di Cafébabel ci racconta: «Senza conoscere il contesto delle sue parole, ho pensato che questo pezzo, scritto in maniera ironica dal cantante dei RazorlightJohnny Borrell, fosse un grido d'allarme contro la gentrificazione del sobborgo di Dalston, nel nord est di Londra. In realtà, il gruppo è una band di musicisti indie che hanno contribuito alla popolarità del quartiere che, come Shoreditch, è pieno di hipster, di t-shirt tagliate con le forbici e di ristorantini gourmet. Eppure, secondo Wikepedia, la canzone sarebbe un omaggio a un certo Pete Doherty, che un tempo viveva a Dalston, per superare i suoi problemi di droga».

Spagna

Joaquin Sabina Pongamos Que Hablo De Madrid

Pongamos que hablo de Madrid è un mito, un classico della musica spagnola, reso sublime dalla voce di Joaquín Sabina. La canzone racconta la parte più brutta della Capitale, quell'area dove le persone si trovano per caso e notano una qualche piccola cosa che li farà ritornare. «Laddove il fuggitivo torna sempre, diciamo che parlo di Madrid».

Italia

Pupo Firenze Santa Maria Novella

Firenze, la sua tenerezza e la sua malinconia. Con la sua lentezza, questa canzone trascrive assai bene lo spirito (d'antan) della città.

Fabrizio De André Creuza de ma 

La canzone, scritta e composta nel 1984 da Fabrizio de André (morto nel 1999) e Mauro Pagani, è un omaggio al dialetto genovese. Il titolo fa riferimento alle mulattiere che si inerpicano sulle colline liguri, a ridosso del mare.

Polonia

Strachy na Lachy Piła tango

Pila è una città situata nel nord est della Polonia. Pila Tango è una risposta a Naszą klasę de Jacek: quei ricordi degli anni di scuola che si mescolano agli incontri con gli amici avuti negli anni successivi. Si riesce anche a sentire le esclamazioni dei fan del club Kolejorz: ricordano come Pila sia una città dove, in alcune zone, è meglio girare con un coltello.

LUC & Smolik Chudzi Kosmici z Krainy Wodorostów Porwali...

«Passare con il ferro da stiro sulle strade vuote di Breslavia è sempre figo,» si legge in un commento sotto al video. «Questo qua deve essersi drogato prima di commentare,» scrive un altro. Come non essere d'accordo?

Francia

Claude Nogaro O Toulouse

All'inizio, Claude Nogaro, che è nato e cresciuto a Tolosa, aveva scritto una canzone dall'atmosfera noir sulla sua infanzia e la sua adolescenza problematica. La prima versione sarà incisa in modo bizzarro a Parigi, dove risiedeva allora. Ma spinto da sua moglie, il  "piccolo toro" di Tolosa ha deciso di farne una canzone d'amore. Nel nome della rosa.

Germania

Spider Murphy Gang Skandal im Sperrbezirk 

La canzone, il cui titolo significa "Scandalo in un posto proibito" (vietato per le prostitute, n.d.r.) è stata registrata dal gruppo bavarese Spider Murphy Gang nel 1981. Il pezzo è stato pensato quando il centro di Monaco era diventato ufficialmente un posto off limits per le prostitute. Skandal im Sperrbezirk racconta la storia di una prostituta di nome Rosi (lo stesso nome dell'ex ragazza del cantante Guenther Sigla) che, costretta a lasciarte le strade del centro, inizia a rubare i clienti a un'altra prostituta in periferia. Il numero di Rosi, 32168, per un periodo è stato il numero di telefono più noto di tutta la Germania, ma, racconta il frontman, a Monaco non corrispondeva a nessuna utenza. Mentre, componendolo nelle altre città, potevi davvero entrare in contatto con qualcuno: il che ha causato una valanga di telefonate da parte dei ragazzini del liceo.

KRAFTKLUB Karl-Marx-Stadt

I membri del gruppo Kraftklub vengono da Chemnitz (in precedenza chiamata Karl-Marx-Stadt) e questa canzone esprime il loro amore sconfinato per Berlino. Invece, nella loro musica, ci sono molti pezzi che diffondono odio. Chi sono le persone più fastidiose di Berlino? Gli hipsters. Evidentemente.