Più vacanze per tutti: si torna all'Europa di... Ventotene

Articolo pubblicato il 22 aprile 2007
Articolo pubblicato il 22 aprile 2007
Se l'Europa non ama Bruxelles, Bruxelles si apre all'Europa e così aumentano le "vacanze" degli eurodeputati. Fino ad oggi 4 settimane all'anno sono dedicate dal calendario del Parlamento europeo alle "circoscrizioni", le cosiddette "settimane gialle" sinonimo di niente riunioni a Bruxelles e Strasburgo e deputati liberi di scorrazzare dove vogliono.
Liberi anche assistenti e quasi tutti i funzionari, sostituiti da efficienti segreterie telefoniche. Poichè in questi periodi di vuoto istituzionale, tra un Cosmopolitan ed una Caipirina ci si concentra meglio alla ricerca di soluzioni ai problemi dell'Europa, per colmare il gap con i cittadini si è deciso di ri-fare gli Stati Uniti d'Europa in stile... Ventotene.

Dal referendum francese in molti hanno pensato a come riavvicinare l'Europa ai cittadini. E finalmente è stata presa una decisione che peserà sulla vita di molti: le settimane gialle aumentano, anzi raddoppiano. Insomma, più vacanze per tutti al Parlamento europeo. Anche perchè l'Europa più lavora, più è pericolosa. Una bozza di riforma del calendario parlamentare propone di aumentare i periodi dedicati agli elettori dalle 4 attuali a 8, 10 oppure addirittuta 12.

Del resto è sempre stato così. Sarà più facile costruire gli Stati Uniti d'Europa sorseggiando Bloody Mary su un belvedere mediterraneo, che tra le scartoffie e la nebbia di Bruxelles. Sarà un caso se Altiero Spinelli il suo manifesto lo ha scritto a Ventotene?

***

Per scrivere questo post sono stati consumati due flutes di champagne Henri Chauvet (Cuvée Blanche) e qualche salatino