Numeri che parlano da soli: i concerti al Bataclan

Articolo pubblicato il 27 novembre 2015
Articolo pubblicato il 27 novembre 2015

Prima di diventare il teatro della peggiore tragedia nella storia recente di Parigi, il Bataclan era e resterà una delle sale per concerti più leggendarie in Francia. Dal 1864, il caffé-concerto dal look cinese ha visto sfilare i migliori artisti di tutto il mondo. Nel 2015, un secolo e mezzo più tardi, esistono almeno 98 buone ragioni per affermare che tutto questo è ancora vero.

Secondo gli archivi del sito infoconcert.com, 98 eventi sono stati organizzati al Bataclan nel 2015, prima degli attacchi di venerdì 13 novembre. 98 eventi a cui hanno partecipato 95 artisti, spesso musicisti, comici a volte. Tra questi: Giovane Thug, Nina Hagen, Mobb DeepFranz Ferdinand & Sparks, Death Cab For Cutie, Balthazar, Youssoupha, Fauve, Fabrice Eboue, Le Grand Orchestre de l'Élysée Montmartre, George Ezra, Malik BenthalaEagle of Death Metal... Un susseguirsi di nomi che dimostra come la sala concerti dell'11esimo arrondissement di Parigi proponesse uno dei cartelloni più emozionanti ed eclettici in Europa.

Queste rappresentazioni rappresentano 98 occasioni per riaffermare che il Bataclan è «un luogo la cui storia è sempre stata una storia di gioia», come ha scritto il Guardian. 1.500 persone che si affollano per passione della musica e amore della risata. È questa l'immagine che dovrebbe illustrare la storia di un locale che esiste da più di un secolo. La sua futura riaperura – che sia nel 2016 o tra 5 anni – ci saprà regalare ancora questa istantanea.