Milano Miart 2016: l'eccellenza dell'Arte Contemporanea

Articolo pubblicato il 22 febbraio 2016
Articolo pubblicato il 22 febbraio 2016

Dal 7 al 10 aprile 2016 tutti potranno scoprire il meglio dell’arte contemporanea e del design: i padiglioni di Fiera Milano accoglieranno le 154 gallerie del Miart di quest’anno.

Il Miart 2016 è uno degli eventi culturali più rinomati di Milano riguardante molti settori dell’arte contemporanea ed ogni edizione si fa sempre più frequentato dai visitatori: anche per i profani, è l’occasione migliore per conoscere l’arte contemporanea e gli artisti emergenti.

Quest’anno il Miart ospita artisti provenienti da ben 16 paesi del mondo, scelti da un comitato speciale per la loro alta qualità espositiva e artistica, secondo standard rigidi e selettivi.

La ventunesima edizione di questa fiera d’arte moderna e contemporanea milanese è organizzata da Fiera Milano e come ogni anno, si preannuncia ricca di molte opere e collaborazioni prestigiose, infatti il Miart riesce a riunire sotto diverse modalità diversi artisti, espositori e amanti dell’arte contemporanea. E’ il luogo d’incontro di artisti, investitori, amanti dell’arte ma soprattutto di curiosi e profani, che grazie all’evento verrano letteralmente catapultati nell’eccellenza dell’arte contemporanea.

Milano organizza diverse manifestazioni annuali per incentivare la diffusione dell’arte contemporanea ma è soprattutto grazie a grandi eventi come il Miart, che è riuscita a trasformarsi in una delle città più avanguardiste del mondo riguardo alla produzione d’arte contemporanea e di design. L’edizione di quest’anno, come per ogni edizione del Miart, annovera la presenza di artisti ed ospiti speciali, come ad esempio Yuri Ancarani, Beatrice Bulgari, Hans Ulrich Obrist, Fatoş Üstek e molti altri emergenti che avranno modo di essere apprezzati dal nuovo pubblico.

L’Italia annovera un patrimonio antico e classico senza eguali nel mondo (è la nazione con più siti di importanza UNESCO del pianeta) ed è sempre stato il suo punto di forza ma riguardo all’arte contemporanea, negli ultimi decenni sono nate importanti correnti culturali, singoli artisti innovatori e grandi collaborazioni tra istituzioni e privati, che in Italia, le hanno permesso di arrivare sempre di più al grande pubblico, avendo un ottimo seguito.

Dobbiamo ringraziare i grandi eventi come il Miart che hanno permesso l’espansione massiva dell’interesse del grande pubblico sull’arte contemporanea, facendola uscire dal suo ambito di nicchia iniziale: è stato portato l’interesse verso l’arte nella vita quotidiana di tutti e perfino fuori dai musei e dagli atelier, negli spazi urbani, grazie alla diffusione di opere di arredo urbano che hanno mutato gli spazi cittadini , visibili e vivibili da migliaia di persone.

Il Miart sarà proprio la meta massiva dell’arte contemporanea, punto di arrivo di migliaia di artisti, investitori e prestigiosi followers provenienti da tutta Italia e non solo: sono in previsione anche molte presenze dall’estero, soprattutto dal nord Europa.  

Sono molti gli amanti europei dell’arte contemporanea che sceglieranno Milano per assistere all’edizione del Miart e che allo stesso tempo visiteranno e alloggeranno nella metropoli lombarda, con numeri sempre maggiori ogni anno. Come nelle edizioni precedenti del Miart, ci sarà un grande numero di richieste di alloggio, quindi prenotate con largo anticipo un hotel a Milano. In questo modo avrete la sicurezza di un albergo a Milano centro, che vi permetterà di muovervi liberamente verso le esposizioni ed i tanti eventi del Miart 2016.

Tra le esposizioni di quest’anno, il pubblico dei nuovi visitatori sarà sicuramente attratto dalla Sezione Object, interamente dedicata al design. Anche quest’anno compaiono nomi internazionali di assoluto prestigio e fama, che sicuramente colpiranno tutti i visitatori, anche coloro che si approcciano per la prima volta all’arte contemporanea. I suoi followers abituali invece, vedranno realizzarsi il sogno di potersi immortalare in fotografie con i loro artisti preferiti e le installazioni più particolari.

Durante i giorni in cui si svoglie il Miart 2016 il web è letteralmente invaso di immagini, blog e recensioni sulle installazioni e mostre milanesi, creando così un ulteriore indotto positivo alla sua diffusione e reputazione, ma anche dell’arte contemporanea in generale.

La reputazione del Miart e i grandi numeri che ha prodotto nel tempo ha permesso di instaurare delle forti collaborazioni durature anche con molte realtà istituzionali milanesi. Ad esempio, insieme al Comune di Milano, il Miart organizza eventi in vari luoghi della città e collabora con collezioni private dislocate su tutto il territorio e nei dintorni, facendo delle visite guidate aperte a tutti.

In questo modo gli amanti e specialisti dell’arte contemporanea saranno pienamente soddisfatti ed allo stesso tempo, queste visite (ed in generale tutti gli eventi del Miart), hanno la mission di far conoscere a tutti le innovazioni culturali e artistiche contemporanee.

Sempre incentivando le collaborazioni artistiche per fare conoscere l’arte contemporanea al grande pubblico, anche quest’anno il Miart collabora con il Menabrea Art Prize, dove appassionati d’arte e diverse istituzioni artistiche saranno in gara per mostrare le loro proposte per le nuove etichette dei prodotti di questa storica azienda biellese. Quest’anno il tema del Premio riguarda l’autoscatto ed il selfie, annoverando molti nuovi artisti, anche sconosciuti, che in questo modo verranno presentati al grande pubblico.

Sempre restando in tema di diffusione dell’arte contemporanea al grande pubblico, Miart realizzerà insieme a Sky Arte HD anche un format inedito ed esclusivo sull’arte contemporanea: un ottimo mezzo per diffondere informazione di alta qualità che soddisfi sia gli specialisti del settore che i nuovi arrivati, e che incentivi la visita alle installazioni e gli eventi del Miart.  

La scena artistica milanese lascia sempre il segno in tutti i visitatori, quindi anche nel 2016, preparatevi per degli ottimi scatti fotografici di artisti e opere inediti: col suo stile eclettico il Miart stupirà tutti, anche i nuovi arrivati che qui conosceranno l’arte contemporanea per la prima volta.