Marte500 : 2030 odissea nello spazio

Articolo pubblicato il 31 marzo 2009
Articolo pubblicato il 31 marzo 2009
Martedì 31 marzo: sei uomini si chiudono per 105 giorni un una falsa navetta spaziale a Mosca. Un’esperienza d’isolamento prevista dalla missione Marte500, una simulazione per un viaggio nel pianeta rosso.

Sei uomini richiusi per tre mesi in un vascello spaziale immobile con camere da 3m²: un buon metodo per controllare la resistenza psicologica dell’uomo in gruppo, fattore tanto imprevedibile che affascinante, almeno secondo gli scienziati dell’Istituto russo per i problemi biomedici (Ibmp) e dell’Agenzia spaziale europea (Esa). Dopo aver passato i test fisici e psicologici un francese, pilota d’airbus, e un tedesco, ingegne(Esa)re militare, sono stati scelti tra oltre 600 candidati per affiancare quattro astronauti russi.

Seconda tappa, prevista alla fine del 2009: 520 giorni d’isolamento. Questi esercizi sono organizzati in vista di una spedizione su Marte prevista per il 2030. Un viaggio per il pianeta rosso richiederebbe un anno, per coprire una distanza tra i 55 e i 400 milioni di chilometri (variabile secondo l’allineamento dei pianeti). Per capire: il volo spaziale più lungo mai effettuato fino ad oggi è di 437 giorni, la distanza più lunga è di 400 171 chilometri.