Mappa della settimana: gli attacchi terroristici in Europa

Articolo pubblicato il 01 aprile 2016
Articolo pubblicato il 01 aprile 2016

Da 15 anni, numerosi sono gli attentati che hanno colpito l’Europa. Ma in quale misura e con quale frequenza? La risposta nella nostra mappa interattiva.

Dal 2001 si contano in Europa almeno 1.800 morti e più di 6.500 feriti per attacchi terroristici . Secondo i dati del quotidiano Le Monde, più dell’80% delle vittime sono morte nel conflitto che ha opposto le autorità russe a gruppi armati ceceni e in attentati condotti da combattenti jihadisti, operanti per conto di Al-Qaeda o dell'ISIS.

Le Monde ha anche stilato una tipologia degli attentati perpetrati in Europa dal 2002. Si osserva che gran parte delle vittime sono decedute tra il 2002 e il 2004 in attacchi multipli che hanno coinvolto le città di Groznyj, di Beslan e di Mosca. L'altra categoria viene detta di tipo islamista. Gli ultimi attacchi maggiori rivendicati da Al-Qaeda in Europa riguardano le esplosioni nella metro di Madrid nel 2004 e quella di Londra nel 2005.

Più di recente, è l'ISIS ad aver commesso gli attentati più violenti nel Vecchio Continente. Dapprima in Francia, tra il 7 e il 9 gennaio 2015, colpendo il giornale satirico Charlie Hebdo e un supermercato kosher a Parigi. In seguito, il 13 novembre, in quella che resterà per sempre la notte più sanguinosa della capitale. Il 22 marzo 2016, ISIS ha rivendicato gli attacchi all’aeroporto e nella metro di Bruxelles che hanno provocato 31 morti e 270 feriti