Mappa della settimana: Europa e obesità

Articolo pubblicato il 18 maggio 2015
Articolo pubblicato il 18 maggio 2015

Proprio perché la settimana è iniziata da poco, vi diamo la brutta notizia in anticipo, in modo da (lasciarvi la possibilità di) godervi il resto dei giorni: in tutto il mondo, dal 1980, l'obesità è più che raddoppiata. Quello che una volta era un problema dei paesi ad alto reddito, ora fa più morti della fame. Ecco l'Europa faccia a faccia con l'obesità.

L'obesità non è tanto un problema di forma fisica quanto di salute. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) definisce obeso chi ha un indice di massa corporea (IMC) maggiore o uguale a 30. In Europa, è la Moldavia la più sana, con solo il 14,7 % della popolazione adulta considerata obesa. Nonostante questo, l'aspettativa di vita in Moldavia è di 66 anni per gli uomini e di 75 per le donne. Insomma, l'obesità non racconta tutta la storia.

E che dire di quelle nazioni ossessionate dall'uso della bicicletta, come i Paesi Bassi e i paesi nordici? L'obesità tra gli adulti olandesi è al 19,9 %, al 19,4 % in Danimarca e solo marginalmente più alta in Svezia (20,5 %). E forse tutti quegli stereotipi sull'abbondante (e poco sana) cucina britannica potrebbero essere la possibile causa del tasso di obesità nel Regno Unito, oggi al 28,1 %. Solo la Turchia ha un tasso più elevato (29,4 %).

Fonte: Report 2015 dell'OMS