Mangiare in modo "figo"

Articolo pubblicato il 06 marzo 2014
Articolo pubblicato il 06 marzo 2014

3.5 mi­lio­ni di vi­sua­liz­za­zio­ni su you­tu­be. Non è l'ul­ti­ma hit di Ju­stin Bie­ber, ma il video pro­mo­zio­na­le di EDEKA, una nota ca­te­na ali­men­ta­re te­de­sca. Siete pron­ti a un video "su­per­geil"?

Fried­rich von Liech­ten­stein. È il nome del tipo tutto swing che si ag­gi­ra per gli scaf­fa­li di un su­per­mer­ca­to nel video della hit "Su­per­geil". Ma chi c'è die­tro al fe­no­me­no da ba­rac­co­ne? EDEKA, azien­da ali­men­ta­re te­de­sca che già aveva at­ti­ra­to l'at­ten­zio­ne con un vi­deo "par­ti­co­la­re" un anno fa. 

Nel video, Liech­ten­stein men­zio­na tutto ciò che è "super"; a dir la ve­ri­tà tutto ciò che è pro­dot­to da EDEKA. Tra le altre cose, la fre­schez­za e la va­rie­tà di scel­ta; nel det­ta­glio: sushi, io­gurt, cor­net­ti e altre de­ci­ne di pro­dot­ti di ogni ge­ne­re. È il bello del con­su­mi­smo. Non im­por­ta se tu ti nutra in modo sano, o meno: sei co­mun­que un tipo geil ("figo", ndr.).

E cosa dire delle belle ra­gaz­ze alla fine del video? Quel­le, Frie­dri­ch von Lie­ch­ten­stein, a forza di es­se­re "figo", le ot­tie­ne gra­tis: con tanto di uni­for­me da la­vo­ro EDEKA, gambe slan­cia­te e tac­chi. È un pec­ca­to, per­ché la con­clu­sio­ne del fil­ma­to to­glie tutto il "buffo" al video e ri­met­te la pa­ro­la "geil" là da dove era stata presa, nel cas­set­to dei sogni ma­schi­li.