L'Ucraina vieta SpongeBob: "rischio omosessualità per i bambini"

Articolo pubblicato il 22 agosto 2012
Articolo pubblicato il 22 agosto 2012
La celebre spugna animata potrebbe sparire a breve dagli schermi televisivi ucraini. La ragione? Bob è tacciato di formare una coppia omosessuale con il suo amico Patrick, la stella marina (credeteci, scrivere una frase simile accade solamente una volta nella vita di ogni cronista): un amore non molto cattolico, che potrebbe disturbare le menti delle piccole testoline bionde.

Da quando la notizia è apparsa sulle colonne del magazine francese, Têtu, rivolto a un pubblico omosessuale, lo scenario oscilla tra disprezzo e indignazione pura e semplice. Ma la notizia non ha nulla di falso: la commissione nazionale ucraina, incaricata della difesa della morale pubblica, giudica 'tendenzioso" il comportamento di SpongeBob, che passa - è la pura verità - molto tempo con Patrick in costume da bagno.

La commissione si basa su un rapporto pubblicato dal gruppo cattolico «Family Under the Protection of the Holy Virgin», che teme il fatto che i giovani riproducano le abitudini villane di Bob. Il rapporto ci offre anche l'analisi, non si sa quanto scientificamente collaudata, della psicologa Irina Medvédeva. Secondo quest'ultima, i bambini dai 3 ai 5 anni, dopo aver assistito alle fughe romantiche di SpongeBob, "fanno delle smorfie e delle battute davanti agli adulti sconosciuti, scoppiano a ridere e ripetono delle frasi assurde in maniera insolente". Resta da chiedersi se i bambini, dopo aver visto il cartone, fumano pure qualche sostanza davanti alla televisione.

SpongeBob può sentirsi in bella compagnia: anche i Teletubbies, i Simpsons e Family Guy devono ancora subire le ire della "commissione".

Se il vecchio dibattito sull'omosessualità o asessualità degli eroi animati (da Tintin a Bob, passando per Tinky Winky e i suoi abiti da ragazza) può sembrare divertente, è spesso e volentieri condotto in maniera eccessiva. E la Francia farebbe bene a non fustigare (troppo) l'Ucraina. Due anni fa, il cartone animato Le Baiser de la Lune, sull'amore fra due pesci, aveva suscitato una tale polemica da non essere mai stato diffuso nelle scuole elementari francesi. Eppure, l'intenzione dei suoi creatori era proprio quella di spiegare l'omosessualità ai più giovani, per prevenire la sua repressione.

Foto di copertina: © fermo immagine di un episodio di Spongebob.