Leggere di più? A Napoli "Io ci Sto"

Articolo pubblicato il 25 novembre 2014
Articolo pubblicato il 25 novembre 2014

Quando a Napoli le librerie hanno cominciato a chiudere, i napoletani hanno reagito per salvare la cultura letteraria della città. Ciro Sabatino ha fondato Io Ci Sto, una libreria creata dalla gente e per la gente. Video reportage 

La libreria ha appena aperto i battenti, grazie all'iniziativa di 350 cittadini. L'idea? Creare una cassa comune per continuare a fornire libri ai napoletani e pagare coloro che vi lavorano. La cultura resta così accessibile a tutti, ad un costo contenuto. L'iniziativa serve soprattutto agli studenti che conducono una vita sempre più precaria e anche a ridare vita ad un quartiere che è diventato un vero e proprio deserto letterario.

QUESTO ARTICOLO FA PARTE DI UN DOSSIER SPECIALE  DEDICATO A NAPOLI, ALL'INTERNO DEL PROGETTO EU-IN-MOTION, REALIZZATO DA CAFÉBABEL CON IL SOSTEGNO DEL PARLAMENTO EUROPEO E DELLA FONDAZIONE HIPPOCRÈNE.