Le omelette sono la prova!

Articolo pubblicato il 03 gennaio 2006
Articolo pubblicato il 03 gennaio 2006

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Com’è possibile che ci siano parole simili in lingue così diverse come il tedesco parlato in Austria, lo slovacco e l’ungherese? V’immaginate un vocabolario che saltella tra tre ceppi linguistici? Eppure può: del resto l’Austria, la Slovacchia e l’Ungheria hanno fatto tutte e tre parte dell’impero asburgico per anni. E sembra che in particolare la terminologia gastronomica sia molto simile. Ad esempio, in slovacco grano si dice kukurica, in ungherese kukorica e in Austria orientale diventa kukuruz, mentre i tedeschi dicono mais. Un altro esempio sono le omelette: gli slovacchi dicono palacinka, in ungherese palacsinta e in austro-tedesco palatschinken, mentre i tedeschi della Germania dicono pfannkuchen. E sono veramente tanti gli esempi come questi, quindi non può essere solo una coincidenza.. e i palatschinken sono la prova!