Le novità discografiche invernali

Articolo pubblicato il 26 novembre 2008
Articolo pubblicato il 26 novembre 2008

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Gli Oasis sono di ritorno, un turco vince gli Mtv Awards, melodie alla Morricone con i Silver Rocket dalla Polonia e Black Air dall’Austria. Una rassegna degli album che escono in Europa.

Oasis: Dig Out Your Soul

Su di loro si può dire ciò che si vuole: li si può definire arroganti, narcisisti e persino megalomani. C'è chi lo trova divertente e chi invece si innervosisce quando i fratelli Gallagher si mettono a parlare meschinamente di altri musicisti; c'è chi si rallegra o si esalta quando Noel e Liam appaiono sui media più per le loro volgarità che per la loro musica. Certamente non li si può ignorare. Gli Oasis, brit-pop senza la quale non esisterebbero la maggior parte dei gruppi indie moderni, sono sempre rimasti fedeli a loro stessi, fregandosene di o meno lo spirito dei tempi. Nel loro nuovo album, Dig Out Your Soul, si parla delle grandi domande della vita: i ragazzi sono diventati più maturi e lo si sente anche nella loro musica, più varia ed esigente. E con una buona dose di rock’n’roll. Dig Out Your Soul potrebbe così prendere il posto della pietra miliare, Morning Glory ,come miglior album degli Oasis.

Etichetta: Big Brother / Indigo

Emre Aydin: Afili Yalnızlık

Che sorpresa agli Mtv European Music Awards di quest’anno! Nella categoria “Europe’s Favourite Act” erano nominati, tra gli altri, campioni di vendite come la britannica Leona Lewis o il vincitore di quest’anno dell’European Song Contest, il russo Dima Bilan. Ma chi è riuscito a portare a casa l'ambito trofeo? Il cantautore turco Emre Aydin, famoso in patria ma in Europa (ancora) piuttosto sconosciuto. Inizialmente noto come cantante della band 6. Cadde, due anni fa si è fatto coraggio e ha iniziato a cantare da solista, e con il suo album attuale Afili Yalnızlık (solitudine ostentata) è stato messo sotto contratto da una major. Così Emre Aydin ha fatto centro: il disco vende, le canzoni passano in radio e su Mtv Turchia e ha vinto parecchi premi, come il Powertürk Award nella categoria “artista emergente”. Chi l’avrebbe mai detto: la migliore musica da "california beach" quest’anno arriva dalla Turchia!

Etichetta: Sony BMG / GRGDN

Silver Rocket: Tesla

Melodie meravigliose e romantiche che ricordano Ennio Morricone o Serge Gainsbourg, abbinate al sound alternativo contemporaneo: se non fosse per questo “non so che” di malinconia slava si potrebbe pensare che i Silver Rocket vengono da una delle patrie dell'indie come l'Inghilterra o la Francia. E invece no! La band fondata dal produttore musicale, polistrumentista e cantautore, Mariusz Szypura viene dalla Polonia e in pochissimo tempo ha forgiato la scena musicale nazionale come nessun altro prima. Il sound, unico nel suo genere, non è rimasto sconosciuto nemmeno al pubblico internazionale e i Silver Rocket hanno già diviso il palco con gruppi come i Mogwai o The Sea And Cake. Il nuovo album, Tesla, che tra nome e ispirazione dal genio e dallo spirito libero di Nikola Tesla – il fisico serbo naturalizzato americano che ha scoperto la corrente alternata – combina il retro-pop con arrangiamenti psichedelici e melodie armoniche, che sarebbero adatte anche colonne sonore. Una chicca è la cover di Space Oddity di David Bowie. E qui si chiude il cerchio. I cinefili tra noi lo sapranno già, per gli altri: Bowie in persona ha interpretato Nikola Tesla nel film di Christopher Nolan, The Prestige.

Etichetta: Revolution 9

 A Life, A Song, A Cigarette:Black Air

Sei viennesi con una passione per l'indie country romantico e le canzoni burrascose dei marinai. S’ispirano alla sensibilità delle melodie e ai testi dei loro idoli come la band from Alaska Bright Eyes, combinandole con il loro mix di chitarre, intense e potenti. Nei momenti tranquilli il violoncello e la fisarmonica danno il tocco romantico e malinconico necessario. Sono già dei veterani dei palchi austriaci e sanno come rapire e trascinare il pubblico. I cuori spezzati non sono mai parsi più belli, e poiché la lingua dell'amore è universale, Black Air è un palliativo per il mal di cuore anche per chi non parla tedesco.

Etichetta: Siluh Records