Le novità discografiche di Primavera

Articolo pubblicato il 12 marzo 2009
Articolo pubblicato il 12 marzo 2009
I franco-tedeschi Ania et le programmeur, la svizzera Sophie Hunger che le canta addirittura a Madonna, gli austriaci Killed By 9V Batteries, Extrapelo dalla Spagna e un po’ di lounge. L’agenda musicale di marzo.

Ania et le programmeur: Die Kirsch(e) auf dem Kopf

Attenzione: beat elettronici, sintetizzatori, chitarre rumorose e vocals su tutto, che nei momenti peggiori fanno pensare agli isterici commentatori calcistici. Tuttavia l’album di debutto del duo berlinese-parigino ha un suo perché. Il “rock meccanico” ha un’energia che spazza via con un colpo anche l’ultima stanchezza primaverile e i testi sorprendentemente dadaisti sono audaci, ma insieme si prendono a cazzotti. Questo disco è semplicemente divertente, premesso che piacciano il baccano, il caos e l'anarchia.

Sophie Hunger: Monday’s Ghost

In Svizzera è già una star, ma ora la cantante e compositrice 25ennedi Berna, ha deciso di conquistare anche il resto del mondo con il suo inconfondibile blues-pop. Che dire? Canzoni malinconiche, paragoni con Feist e Cat Power, una voce inconfondibile e un approccio rilassato, ad esempio con le cover di Bob Dylan. A questo si aggiunge un’autenticità sul palco e nella vita reale, come capita raramente tra i giovani artisti: ha scritto una lettera aperta a Madonna in cui critica la sua smania per i cambiamenti artefatti. A Sophie dà fastidio la «vergogna latente, per cui un europeo vorrebbe non essere europeo». E questo aumenta sicuramente la sua fame di avere di più.

Etichetta: Jazz Universal

Various Artists: Kristall Lounge Vol.1

Lentamente la primavera cerca di farsi avanti, almeno in alcune zone d’Europa. Mentre in molti bramano il sole e i cinguettii degli uccellini, altri già sentono la mancanza dello scricchiolio della neve sotto le scarpe e della cioccolata calda davanti al caminetto. Per i rappresentanti di entrambe le fazioni c’è ora un rimedio: la compilation Kristall Lounge, con i pezzi rilassati dei più famosi artisti chill-out come Ibiza Sunset o Johannes Huppertz può essere apprezzata sia dagli amanti delle baite che dai frequentatori delle piscine. Ma attenzione: non va bene per le pulizie di primavera, ma piuttosto convince a indugiare sdraiati ancora un po’.

Label: Highscore Music

Killed By 9V Batteries: Escape Plans Make It Hard To Wait For Success

Questi tre giovani austriaci sono senza dubbio dei pazzi. Nel loro sito si legge che sono dei lavapiatti – come confermato poi nei loro testi – ma poi hanno deciso di voler essere dei monitor. Il tutto ciò suona sperimentale e audace. La musica invece è quasi convenzionale: chitarre indie-pop con richiami agli eroi della scena alternativa degli anni Ottanta e Novanta come Dinosaur Jr. o My Bloody Valentine. Con Escape Plans Make It Hard To Wait For Success di certo non hanno reinventato la ruota, ma il disco è piacevole da ascoltare. E poi è bello vedere come una band non si preoccupi dei trend attuali sul mercato musicale, ma semplicemente porti avanti il suo progetto, con passione.

Etichetta: Siluh

Extraperlo: Desayuno Continental

Colazione continentale per tutti! Questo è quello che si augurano i membri del quartetto barcellonese Extraperlo. Ascoltando questo disco ci si riesce proprio a immaginare seduti in una sala di albergo dell’Europa meridionale con in mano un caffè latte, del pane con la marmellata e un succo di arancia. Suoni piacevoli e tranquilli: un po’ di lounge, un po’ di musica latino-americana, un po’ di indie. A volte si sente qualcosa che ricorda l’afropop, cosa che al momento va di moda in moltissime band. Altre volte la voce del cantante non è così adatta e suona un po' troppo impulsiva per questi suoni rilassanti. Tutto considerato Desayuno continental è una colonna sonora apprezzabile per un’estate sotto le palme.

Etichetta: Mushroom Pillow