Le banche europee e la crisi

Articolo pubblicato il 06 ottobre 2008
Articolo pubblicato il 06 ottobre 2008
La Commissione europea corre al riparo e cerca di mettere in salvo le banche. Questo e altro nelle ultime notizie da Bruxelles.

Rafforzare la stabilità del sistema finanziario

La Commissione europea ha proposto una rivisitazione delle leggi comunitarie in materia di fondi delle banche, al fine di potenziare la stabilità del sistema finanziario, di ridurre l’esposizione al rischio e di migliorare la vigilanza delle banche presentata da diversi paesi dell’Unione europea. Queste nuove leggi limiteranno i prestiti che una banca potrà concedere e permetterà alle autorità nazionali competenti di sorvegliare meglio le attività dei gruppi bancari all’estero.

La proposta, che modifica le direttive esistenti sulle esigenze in materia di fondi propri, è un’attuazione della tabella di marcia adottata per i Ministri dell’Economia dell’Ue riguardo all’attuale crisi finanziaria. La crisi corrisponde anche, in parte, alle recenti raccomandazioni del Forum per la stabilità finanziaria del G7. Il Consiglio europeo ha sottolineato l’urgenza della situazione e ha insistito perché le misure siano adottate al più tardi entro l’aprile del 2009. Al Parlamento europeo e al Consiglio dei Ministri tocca ora esaminare la situazione.

La settimana europea delle regioni dal 6 al 9 Ottobre

Immagine du Comité des RégionsLa Settimana europea delle Regioni e delle Città, organizzata a Bruxelles dal Comitato delle Regioni, con la collaborazione di 210 tra regioni e città in Europa, prevedere l’arrivo di 5mila partecipanti. Si terrà dal 6 al 9 ottobre a Bruxelles.

Il programma proposto ai partecipanti include circa centocinquanta seminari e workshop in modo da rendere possibile uno scambio, in maniere particolare con il mondo dell’imprenditoria. Purtroppo uno sciopero previsto a Bruxelles per il 6 ottobre rischia di rendere difficile l’iniziativa.