La sesta "Marina di libri" e Camilleri torna a Palermo

Articolo pubblicato il 28 maggio 2015
Articolo pubblicato il 28 maggio 2015

Vi presentiamo la sesta edizione del Festival dell’Editoria indipendente Una Marina di libri, che venerdì 5 giugno sarà aperto da Andrea Camilleri e ospiterà, tra gli altri, Giorgio Vasta, Francesco Piccolo, Michela Murgia e Roberto Alajmo. Obiettivo dichiarato: diventare il terzo festival nazionale del settore.

L’anno scorso Una Marina di Libri ha accolto oltre 15.000 visitatori. Così anche per la sesta edizione (5-7 giugno), il Festival dell’Editoria indipendente palermitano riparte dalla GAM, la Galleria d’Arte Moderna di via Sant’Anna, e da Andrea Camilleri, che dopo la trionfale accoglienza ricevuta un anno fa, tornerà venerdì 5 giugno a Palermo per presentare la nuova avventura del commissario Montalbano, La giostra degli scambi.

Organizzato da Sellerio Editore e Navarra Editore, fin dalla prima edizione Una Marina di libri ha avuto il dichiarato intento di scommettere sull’ingegno siciliano, di lavorare intorno alle proprie passioni per produrre grandi cose, sempre riflettendo sul ruolo dell’editoria indipendente, fondamentale per il pluralismo informativo. Così Ottavio Navarra, durante la conferenza stampa, si è spinto a intravedere la possibilità che Una Marina di Libri diventi il terzo appuntamento editoriale nazionale, dopo Torino e Roma, forte anche del fatto che quest’anno a Palermo sono nate molte nuove case editrici indipendenti, mentre altrove in Sicilia si abbassano troppo spesso le saracinesche.

Quest'anno la manifestazione accoglierà 49 editori indipendenti. Oltre agli abitué come Il Palindromo, Marcos y Marcos, Iperborea, Sur, Minimum fax, Quodlibet e molti altri, sotto i portici della GAM troveranno spazio anche i banchi espositivi di 14 new entries. Nato da un'idea del CCN Piazza Marina&dintorni, altro obiettivo dell'ormai collaudato salone del libro "made in Palermo" è quello di promuovere un consorzio commerciale naturale per valorizzare la zona urbanistica intorno a Piazza Marina, e la creazione delle isole pedonali avviata nel 2014 sembra aver dato ragione agli organizzatori, che infatti ravviveranno Piazza Sant’Anna e Piazza Croce dei Vespri con allestimenti e manifestazioni.

Un programma ricco di appuntamenti e ospiti d'eccezione

Una Marina di libri, che rimane un festival low cost, ha trovato in Banca Unicredit il suo main sponsor, cosa che, unitamente a un lavoro portato avanti per lo più da un professionale team locale e “rosa” - composto da tantissime donne - consentirà di avere un programma ricco di appuntamenti. La giornata di sabato 6 giugno sarà ad esempio dedicata ai premi letterari, e a dibattere sui meccanismi e l’importanza odierna dei vari Premi Strega, Campiello etc. ci saranno scrittori seguitissimi: Giorgio Fontana, vincitore del Premio Campiello 2014 con Morte di un uomo felice (Sellerio) Fulvio Abbate, altro illustre palemitano emigrato, Roberto Alajmo, autore tra i più amati a Palermo e direttore del Teatro Biondo e Michela Murgia.

Giorgio Vasta racconterà invece Madame Bovary agli alunni di scuola secondaria, mentre Antonio Manzini (grande successo negli Stati Uniti) e Alessandro Robecchi sveleranno i segreti dei loro apprezzati noir. Numerosi i dibatti sulla distribuzione editoriale, in un momento in cui in Italia i due colossi del settore - Mondadori e Rizzoli - meditano la fusione, con un occhio di riguardo alla distribuzione digitale e ai blog letterari.

Non mancheranno le attività collaterali, con incontri letterari per i bambini, uno slow food corner, i dibattiti sulla letterarietà delle serie tv e i concerti serali di Gianni Gebbia Magnetic Trio e del Trio Pi Prio.