La nostra traduttrice del mese!

Articolo pubblicato il 03 maggio 2014
Pubblicato dalla community
Articolo pubblicato il 03 maggio 2014

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Definisce l'Europa "una grande famiglia" che, dopo aver litigato, si siede davanti alla tv a guardare l’Eurofestival. E' Ez­ti­zen Sán­chez, la nostra traduttrice del mese, una studentessa di Traduzione e Interpretariato a Vitoria il cui lavoro spicca per la sua indole perfezionista e per la sua curiosità, che la hanno portata a tradurre un gran numero di articoli sugli argomenti più vari. 

CaféBabel: descriviti in tre parole...

Eztizen Sanchez: Giramondo, compulsiva, perseverante.

CB:  Di cosa ti occupi?

E. S.: Studio Traduzione e Interpretariato a Vitoria.

CB: Il tuo piatto preferito?

E. S.: Amo tutti i tipi di pasta, ma se devo sceglierne uno sono i ravioli con il ragù alla bolognese.

CB: Di che nazionalità europea vorresti essere?

E. S.: lussemburghese. Deve essere divertente essere di un paese che molti neanche conoscono.

CB: Quando hai fatto la prima collaborazione con Cafebabel?

E. S.: A febbraio di quest'anno, con una traduzione sulla prostituzione in Bulgaria.

CB: Qual è il sogno più folle che hai mai avuto?

E. S.: Essere interprete. Al momento è un sogno, ma spero che in pochi anni diventi una realtà.

CB: In una parola, che cosa significa CaféBabel per te?

E. S.: Condividere.

CB: Scegli una sezione, un articolo e un autore di Cafebabel.

E. S.: La mia sezione preferita è Li­fe­sty­le, c'è sempre un articolo curioso. L'articolo che ho apprezzato di più è stato quello sui festival di fuoco delle Shetland (che ho anche avuto il piacere di tradurre in spagnolo). Infine, una delle autrici che più mi stanno piacendo è Sam Bell. Non ha scritto molti articoli, ma quelli che ho letto (e uno che ho tradotto) mi sono sembrati molto interessanti.

CB: Qual è la più grande stupidaggine che hai fatto nella tua vita?

E. S.: Iscrivermi a lezioni di tedesco. Non so a cosa stavo pensando quando ho scelto una lingua così contorta, ma impararla mi sta costando la vita e di più.

CB: Delle città di Europa che hai visitato qual è la tua preferita e perchè?

E. S.: Venezia, senza dubbio. Non assomiglia a niente mai visto prima. Anche affollata dai turisti, è una città assolutamente splendida. Mentre ero lì mi sono sentita come sopra una nuvola.

CB: E una città che ti piacerebbe visitare?

E. S.: Dubrovnik. Mi piacerebbe visitare la Croazia  e Dubrovnik sembra un posto incantevole per iniziare a conoscere il paese. 

CB:  Che cosa significa Europa per te?

E. S.: E' come una grande famiglia. A volte ci odiamo, a volte ci amiamo, anche se non lo abbiamo scelto dobbiamo vivere insieme e una volta l'anno ci riuniamo tutti per festeggiare l'Eurofestival.