[ita] Playlist europea: il meglio dal mondo

Articolo pubblicato il 12 febbraio 2016
Articolo pubblicato il 12 febbraio 2016

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Il lato frustante della musica è che ce n'è troppa. Per il 2016, abbiamo deciso di restringere la scelta e di offrirvi il meglio della scena europea. Solo il meglio.

Grecia: Monika

È strano come alcuni artisti possano avere un talento per la premonizione. Il terzo album di Monika, si intitola Secret In The Dark ed è uscito lo scorso ottobre, con basse aspettative. Non sapremo mai perché vede la luce solo tre mesi dopo. Quello che sappiamo con certezza è che nella canzone che da il titolo all'album, la giovane atenese di 28 anni presenta melodie formidabili oltrepassando i confini tra il funk e la new-wave degli anni 80. Gustatevelo adesso, tra tre mesi lo sentirete nel vostro supermercato. 

Monika - « Secret In The Dark »

Paesi Bassi - Bombay 

C'è chi ha preso il 2016 così come è arrivato: il prolungamento di un anno finito dove era meglio essere buonista che bionazionale. Altri hanno deciso di mostrare i denti e di schiacciare l'acceleratore su tutto ciò che c'era di conformista. È il caso di Bombay, un gruppo di Amsterdam completamente pazzo che a quanto pare non ha preso il suo nome dalla città indiana, ma da un'arma di distruzione di massa. 

Bombay - « Slow Motion »

Regno Unito - Bloc Party

Il gruppo Kele Okereke non ha fatto parlare molto di sé. Ma dopo tre anni, non ha dato segni di vita. La costanza, non è mai stata il loro forte. Dopo Silent Alarm, il primo album di grande successo, i quattro inglesi si sono fatti distrarre da collaborazioni, tentativi e sforzi da solisti. Ma lo scorso 29 gennaio, Bloc Party è tornato all'attacco con due nuovi membri, un nuovo album e un sacco di nuove idee. Diverso, con un tono più pop, Hymns è sicuramente la buona notizia di questo nuovo anno. 

Bloc Party - « The Good News »

Francia - Breakbot

Per molto tempo, Thibaud Berland ha associato la sua musica a "un buon dolce o un buon formaggio da gustare con gli amici". E basta. Il DJ si esprime cantando. La sua formula magica la troviamo nelle metafore dolci e taglienti dei suoi arrangiamenti o sulla copertina del primo album che lo mostra su una tavoletta di cioccolato. Nel suo secondo album, Breakbot sono presenti gli stessi ingredienti del precedente: un sintetizzatore, il groove, la voce di Irfane e un tocco di kitsch che ricorda Supercar, sulle coste del Pacifico, tra MalibuSanta Barbara. Con Still Waters, il DJ capelluto, aggiunge un po' di struttura. La stessa ricetta, ma stavolta senza bolle. « Baby I'm Yours » non è stato tra i singoli più venduti, ma ci sono buone ragioni per credere che si possa fare il bis di questo dessert.

Breakbot - « Get Lost »

Heaven - Maurice White (1941-2016)

Perché il cantante di Earth, Wind And Fire ha venduto milioni di dischi in Europa. Per i suoi costumi. Per la sua gioia. Per il suo groove. Per il suo talento.

Earth, Wind And Fire - « In The Stone »

___

Écouter :

Monika - 'Secret In the Dark' (Other Music/2015)

Bombay - 'Show Your Teeth' (V2-Bertus/2016)

Breakbot - 'Still Waters' (Ed Banger Records/2016)

Bloc Party - 'Hymns' (Infectious Music UK/2016)

Earth, Wind And Fire - 'I Am' (CBS/1979)