[ita] Il discorso di Natale della regina Elisabetta (senza censura)

Articolo pubblicato il 22 dicembre 2016
Articolo pubblicato il 22 dicembre 2016

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Ogni anno a Natale la regina Elisabetta II fa un discorso sul Regno Unito per tutto il Commonwealth britannico, dove riflette sugli ultimi 12 mesi. Quest'anno, Cafebabel ha ottenuto una copia esclusiva della prima bozza...

Tutti gli anni verso Natale ci troviamo con i nostri cari per pensare all'anno che verrà, ma è anche un'opportunità per pensare all'anno che sta per finire.

E per quanto ci riguarda, questo stupido anno sembra non finire mai. Forse è il sherry che sta parlando per me, ma dal mio punto di vista il 2016 è stato un disastro totale dall'inizio alla fine.

Di solito in questo periodo dell'anno famiglie e amici si riuniscono e celebrano insieme il nostro signore e salvatore John McClane, il più grande film di Natale mai prodotto: Die Hard. Ma quest'anno la vista di Alan Rickman nei panni dell'infame Hans Gryber ci ricorda tristemente la dipartita di così tanti personaggi illustri, sia in Gran Bretagna che all'estero. Solo il signore sa come abbiamo fatto Philip ed io ad arrivare vivi alla fine dell'anno. Punizione per la Brexit, presumo...

A questo proposito: è più che sconcertante vedere il Sun pubblicare notizie che io avrei "appoggiato" lasciando l'EU senza nemmeno contattarmi per un commento. Dopotutto io, con le mie origini tedesche e un marito greco, cosa potrei mai saperne sul fatto di essere un cittadino europeo? Ma ancora più allarmanti sono stati quelli che, all'indomani dello storico risultato elettorale, hanno denunciato chi non era d'accordo con loro accusandoli di essere "traditori" o "nemici del popolo". Ho già avuto a che fare con questa razza di politici una volta nella vita. Non mi aspettavo di dovermeli sorbire un'altra volta. 

Come alcuni di voi sapranno, ogni settimana tengo un'udienza al Buckingam Palace con il primo ministro, per avere un resoconto sugli eventi politici che accadono nel mondo. E' bello avere un'altra donna seduta di fronte a me una volta alla settimana, tanto per cambiare, ma avere due leaders non eletti in una sola stanza è un po' troppo. Ma poteva andare anche peggio; avrebbe potuto capitarmi Boris Johnson. O, peggio ancora, Donald Trump - l'altro idiota biondo che è inspiegabilmente arrivato a ricoprire quel ruolo nella politica internazionale. Tra le elezioni americane e quel brutto affare con Cameron e il maiale, uno comincia a pensare che sarebbe meglio assumere Charlie Brooker come nuovo indovino reale.

Alcuni dicono che, se mai ci fosse un motivo per revocare l'indipendenza che abbiamo concesso ai nostri cugini americani 200 anni fa, questo sarebbe quello buono. Ma ho qualcosa in comune con Il Donald; abbiamo gusti simili in fatto di arredamento degli interni, e ho un sacco di esperienza con uomini che hanno come obiettivo dichiarato quello di offendere semplicemente ogni paese esistente sulla faccia della terra.

Il grande filosofo Monty Python una volta ha detto di "guardare sempre al lato positivo della vita". Ma in queste lunghe, fredde, buie notti invernali di un lungo, freddo, buio anno, i lati positivi sono sempre più difficili da scovare. Meno male che c'è ancora The Crown su Netflix e uno può ricordarsi ancora com'era il culo di Philip 60 anni fa..

Buon Natale a tutti.

Vado a farmi un altro sherry.

_____

2016: Best Year Ever

No, we're serious. And our editorial staff have put together a series of articles 'celebrating' the last 12 months. From opinion pieces to works of outright fiction, nothing was off limits.