[ita] I Tipi da evitare durante un viaggio

Articolo pubblicato il 23 gennaio 2014
Articolo pubblicato il 23 gennaio 2014

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Manca solo un giorno alla partenza per una delle tue mete preferite. L'eccitazione è alle stelle, l'ostello è prenotato, i biglietti comprati, hai il passaporto e stai per finire le valigie. Senza dubbio stanotte non riuscirai a dormire; domani è il "D day", l'inizio della tua vacanza o dei tuoi studi all'estero.

Ar­ti­co­lo scrit­to da Ana Ali­be­go­va

Manca solo un gior­no alla par­ten­za per una delle tue mete pre­fe­ri­te. L'ec­ci­ta­zio­ne è alle stel­le, l'o­stel­lo è pre­no­ta­to, i bi­gliet­ti com­pra­ti, hai il pas­sa­por­to e stai per fi­ni­re le va­li­gie. Senza dub­bio sta­not­te non riu­sci­rai a dor­mi­re; do­ma­ni è il "D day", l'i­ni­zio della tua va­can­za o dei tuoi studi al­l'e­ste­ro. "Dor­mi­rò du­ran­te il viag­gio, c'è un sacco di tempo", ti dici, cer­can­do di con­so­lar­ti. Mi spia­ce de­lu­der­ti, ma c'è la pos­si­bi­li­tà che i 15 mi­nu­ti pas­sa­ti a schiac­cia­re un pi­so­li­no sul taxi di­ret­to all' ae­ro­por­to siano gli unici mi­nu­ti che tro­ve­rai pia­ce­vo­li dopo la par­ten­za. La­scia che ti mo­stri chi po­tre­sti in­con­tra­re du­ran­te il tuo viag­gio! 

SUL TAXI 

Ci sono due tipi di ta­ssi­sti in cui ci si può facilmente im­bat­te­re: l'E­sper­to e il Bron­to­lo­ne. Molto spes­so per­so­ni­fi­ca­ti dallo stes­so sog­get­to. 

l'Es­perto: è in­for­ma­to su tutto, dalla po­li­ti­ca alla per­cen­tua­le di di­soc­cu­pa­zio­ne, dal coef­fi­cien­te di Gini alla media degli sti­pen­di di ogni stato del mondo, è aggiornato su ogni news del­l'in­du­stria tur­bo-folk e fa ana­li­si det­ta­glia­te della vita amo­ro­sa dei po­li­ti­ci. Ha sem­pre l'ul­ti­ma pa­ro­la in ogni di­scus­sio­ne, e si in­fu­ria se la tua opi­nio­ne dif­fe­ri­sce dalla sua.

il Bron­to­lo­ne: d'al­tro canto, il Bron­to­lo­ne pos­sie­de le stes­se in­for­ma­zio­ni del­l'E­sper­to, ma non le usa solo per di­scu­te­re, quan­to per con­clu­de­re che: "Nes­sun paese al mondo si trova in una si­tua­zio­ne peg­gio­re della no­stra". La sua ci­ta­zio­ne pre­fe­ri­ta è: "Tutti i po­li­ti­ci sono ladri". 

Quin­di, se ci tiene alla tua salute e vuoi rag­giun­ge­re tran­quil­lo l'ae­ro­por­to, cerca di evi­ta­re ogni di­bat­ti­to (per esem­pio, met­ti­ti gli au­ri­co­la­ri) o an­nui­sci sem­pli­ce­men­te, qua­lun­que cosa dica. 

SUL­L'AU­TO­BUS                                          

Un viag­gio in au­to­bus può du­ra­re ore, quin­di più il viag­gio è lungo più au­men­ta­no le pos­si­bi­li­tà di in­con­tra­re un at­tac­ca­bri­ghe. Anche qui pos­so­no si pos­so­no iden­ti­fi­ca­re di­ver­si pro­fi­li:

l'au­ti­sta tur­bo-folk: que­sto viag­gio può es­se­re l'e­spe­rien­za di una vita, gra­zie ai gusti mu­si­ca­li degli au­ti­sti. Non ho nulla con­tro chi pre­fe­ri­sce suoni al­le­gri, can­tan­ti che sem­bra­no delle Bar­bie e testi ba­na­li, ma ascol­ta­re lo stes­so CD per tutto il viag­gio è una tor­tu­ra. Quin­di, se il viag­gio è lungo, prima di ar­ri­va­re a de­sti­na­zio­ne co­no­sce­rai ogni can­zo­ne del CD a me­mo­ria. 

Leggi tutto l'ar­ti­co­lo