[ita] Euroscola, ovvero come diventare un deputato del Parlamento europeo a 17 anni

Articolo pubblicato il 02 ottobre 2016
Articolo pubblicato il 02 ottobre 2016

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Quanti di voi hanno già sentito questa parola di moda? Questo lessema insolito? Euroscola è una grande opportunità che consente agli studenti delle superiori di diventare per un giorno deputati del Parlamento europeo a Strasburgo.

In questi giorni discuteranno e analizzeranno le importanti tematiche dell'attualità europea, tra cui immigrazione e integrazione, disoccupazione giovanile, conflitti nel mondo, energie rinnovabili, futuro dell'Europa. Uno degli obiettivi principali è promuovere il dialogo interculturale, la discussione, il dibattito e la partecipazione tra giovani provenienti da diversi Paesi membri dell'UE.

Ad affrontare questa particolare ed impegnativa giornata di attività parlamentari sono circa 500 studenti, provenienti da diversi Paesi membri, accompagnati dai loro professori.  Alcuni vestono completi eleganti come i veri deputati, altri optano per un look più informale. Circa lo 0.1%, qualche volta, sfoggia il costume tradizionale del proprio Paese. Tuttavia, scattando una foto nell'emiciclo - la camera dove i parlamentari tengono le loro sessioni plenarie -, ne esce un bel contrasto. Ci sono belle ragazze sui tacchi a spillo che indossano abiti attillati; alcune hanno i capelli rossi, altre piercing, altre ancora portano il costume tradizionale del loro Paese come per evidenziare la loro peculiarità. Nella camera i giovani si mescolano più o meno volentieri a seconda del Paese di appartenenza; alcuni vanno d'amore e d'accordo, mentre tra altre nazionalità sorgono delle rivalità.

Fare l'eurodeputato

Gli studenti si guardano più o meno amabilmente, accigliandosi, sorridendo, ridendo, grattandosi la testa mentre cercano di pensare a una domanda da porre. O a qualcos'altro. E' evidente la curiosità nei loro volti, nelle loro domande, nelle loro risposte. Ci tengono davvero all'UE e alle sfide da affrontare. Il loro impegno dimostra che vogliono davvero essere coinvolti e aiutare a risolvere i problemi, ma sono ancora un po' troppo giovani per entrare a far parte del "consiglio di amministrazione dell'UE". Nel frattempo possono chiaramente partecipare a vari progetti giovanili, ma molti di loro vorrebero tenere le redini della situazione ad un livello più alto. Per lo meno è ciò che fanno quando, nella sessione Euroscola, votano riguardo a vari temi quali l'immigrazione, il futuro dell'UE, l'approvazione di cui gode l'UE, ecc. Per un giorno hanno la possibilità di esprimersi democraticamente e rappresentare i cittadini europei.

Euroscola, un modo per fare la differenza?

Molti giovani pensano di non avere voce in capitolo nelle questioni europee - Euroscola è quindi una valida opportunità per dare loro l'impressione di partecipare attivamente nelle questioni dell'UE. L'obiettivo è quello di eliminare la frustrazione e il senso di impotenza che provano certi giovani quando si parla di politiva. Chiaramente chi partecipa a Euroscola sa che è solo un gioco, ma in fin dei conti non è un gioco anche la politica? E migliori giocatori qui sono quelli che parlano di più, che intervengono più spesso, che conoscono la retorica e che vestono elegante.

La giornata comincia con la presentazione delle rispettive scuole. Dopo una presentazione sull'UE possono cominciare con le domande sull'Europa e l'attualità, alcune delle quali risultano davvero intelligenti e significative. Poi viene il momento del pranzo e di un quiz di 24 domande nelle 24 lingue ufficiali dell'UE, che viene svolto insieme agli insegnanti. Gli studenti prendono quindi parte a dei workshop su 6 diversi temi UE prima di presentare una relazione nell'emiciclo. Lì ascoltano i vari reporter sulle varie tematiche e ricevono domande dai presenti. Per concludere, un altro quiz e la sfilata delle bandiere dei Paesi membri sulle note dell'inno UE. 

Quanto può cambiare i giovani un'esperienza del genere? Forse non lo sapremo mai. Qualcuno sarà più ottimista, qualcun altro meno e così via. Ma è davvero così importante, al momento di 

Prossime giornate Euroscola:

Se volete saperne di più su Euroscola, visitate il Sito del Parlamento Europeo per assistere online ad una sessione di Euroscola o visionare il calendario: 

  • Giovedì 17 Marzo 2016

  • Venerdì 15 Aprile 2016

  • Giovedì 21 Aprile 2016

  • Venerdì 13 Maggio 2016

  • Sabato 21 Maggio 2016 (EUROSCOLA – EYE)

By Victor Beres