Irlanda, NO dei giovani al Trattato di Lisbona

Articolo pubblicato il 20 giugno 2008
Articolo pubblicato il 20 giugno 2008
Il 65% dei giovani ha bocciato il Trattato di Lisbona nel referendum del 12 luglio scorso. Questa la conclusione di un sondaggio Eurobarometro. Gap generazionale o frattura sociale?

Secondo l'ultimo Eurobarometro, soltanto il 35% degli under 24 in Irlanda ha votato SI per il referendum.

Inoltre, il 31% degli studenti ha votato sì e il 69% NO.

Gli anziani sembrano quindi molto più pro-Trattato di Lisbona rispetto ai giovani dato che l'unica classe di età che ha votato SI sono i 55+ col 58% delle preferenze.

L'Europa è quindi un progetto per vecchi? Per questo blog, chiamato Eurogeneration, è un vero e proprio dilemma. Il media europeo che state leggendo è stato costruito anche con entusiasti irlandesi. OK, quelle persone erano in Erasmus, hanno beneficiato dei programmi di scambio.

Possiamo quindi concludere che il divario generazionale c'è, ma che forse la frattura sociale è ancora più importante. Infatti il 74% dei lavoratori manuali (operai) ha votato NO  mentre il 60% dei lavoratori autonomi preferito SÌ.

La conclusione che dovrebbe trarne la leadership dell'Unione europea: sveglia ragazzi! Investite nell'Erasmus e in altri programmi di scambio di mobilità 10, 100 volte quello che si mette oggi, invece di spendere soldi nell'agricoltura.

Altrimenti il progetto europeo continuerà a essere un progetto di élite.