Innamorato a Berlino

Articolo pubblicato il 24 agosto 2014
Articolo pubblicato il 24 agosto 2014

Cosa si ottiene quando Harry e Sally si trasferiscono a Berlino, con l'aggiunta di un pizzico di vicissitudini franco-tedesche, il tutto girato da un americano? Un film come Go with Le Flo.

Florian ama Camille, che non lo ricambia perché sta per sposare un altro il quale a sua volta ha, forse, una relazione con un'attrice. Florian non sospetta nulla di questo. Così come non sospetta che la sua migliore amica, Jenny, sia innamorata di lui da una vita. Non c'è quindi da stupirsi se la proposta di matrimonio organizzata da Florian non riscontra molto entusiasmo. Farà in tempo Jenny a confessare i propri sentimenti a Florian? Per quanto tempo Camille potrà nascondere al proprio fidanzato che Flo è pazzamente innamorato di lei? Ecco come inizia Go with Le Flo, un affascinante e divertente film, che è stato trasmesso in anteprima al Festival del Teatro francese La Ména­ge­rie (dal 23 al 25 maggio) a Berlino.

Nessun lieto fine in vista

Florian (Denis Aubert) è per metà francese e gestisce Le Flo un negozio di specialità gastronomiche specializzato in salumi francesi (saucisson) a Prenzlauer Berg. Si innamora perdutamente, spesso e volentieri di donne francesi senza mai esserne ricambiato. Nei momenti di crisi c'è sempre lei: Jenny (Marina Senckel), tedesca, migliore amica, proprietaria di una panetteria ed esperta di "Flo" ("Sei un pessimo conoscitore del genere umano!"). Soltanto quando Florian decide di fare la sua proposta di matrimonio a Camille (Leslie Dubreuil) Jenny capisce di amare Florian e di non volere che lui sposi Camille. Quello che Jenny e Florian non sanno è che Camille è fidanzata, il suo futuro marito (Matthieu Alexandre Char­rière) sta girando un film sotto la regia del padre di Camille. Camille è fermamente convinta che il suo fidanzato la tradisca, così gode delle attenzioni di Florian, ma per lei non sono nulla di serio.

Berlino à la française

Senza voler svelare troppo: ovviamente la proposta di matrimonio non va come pianificato e Florian passa la maggior parte del film ad inseguire l'amata Camille mentre Jenny cerca si fermarlo. Come se non bastasse arrivano a Berlino anche il fidanzato e il padre di Camille per terminare le riprese del film! Bisogna ammetterlo: la trama è piuttosto semplice, ma ci sono diversi personaggi secondari piuttosto divertenti. Ad esempio c'è l'eccentrica aiutante di Florian, Tina (Roberta Bianchini), che preferisce cercare un fidanzato piuttosto che un nuovo autista per il negozio. Oppure l'amica e collega di Jenny, Gabi (Luisa Wietzo­rek), che nonostate i suoi 21 anni è una vera esperta in amore.

Go with Le Flo prende affettuosamente in giro alcuni luoghi comuni: Florian così pieno d'amore che dirige il suo negozio con ordine e disciplina prussiana (con Tina come elemento incontrollabile ed anarchico). Berlino ha qualcosa di Parigi, quando Flo sul suo ciclomotore guida per le strade ascoltando musica per fisarmonica. Berlino à la française e con lei il regista americano Mi­cha­el Gl­over. Forse la piacevole distanza ironica deriva dal fatto che Glover ha messo insieme una squadra colorata e internazionale, ha girato il film in tedesco e francese nell'estate del 2012 a Berlino, il tutto con sottotitoli in inglese. Il risultato è un film che non si prende troppo sul serio senza cercare a tutti i costi di ridicolizzare i suoi personaggi. Anche alla fine, quando Jenny, Camille, il suo fidanzato, il padre di Camille e Florian si incontrano sul set, mentre una banda suona musica militare circondata da attori in costume tradizionale bavarese, il film non diventa mai sciocco, non cerca di essere leggero, semplicemente di divertire. Una leggera commedia estiva franco-tedesca che non pretende di essere nulla di più.

Il film sarà proiettato il 26 agosto alle 21.15 al Frei­luft­ki­no Kreuz­berg.