Impressioni di guida a Bruxelles

Articolo pubblicato il 20 marzo 2014
Articolo pubblicato il 20 marzo 2014

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Guidare lo sviluppo sostenibile

La scorsa settimana, mi sono trovata tra i pochi privilegiati, che a Bruxelles hanno potuto guidare l'ultimo gioiello della Casa tedesca BMW, la BMW i3

Con un design così leggero ed audace, si fa fatica a credere che quest'auto abbia delle eccezionali caratteristiche aerodinamiche, ma ce le ha.  

Gli ingegneri hanno realizzato una city car molto trendy ed efficente, con un'intelligente combinazione di materiali riciclabili e leggeri, che le permette di stracciare la concorrenza nel mercato delle auto elettriche.  

Questo è uno dei motivi per cui la BMW, secondo la rivista Fortune, è al primo posto tra le Compagnie Più Ammirate del Mondo, nell'industria automobilistica. 

La i3 riassume operfettamente gli ideali e i valori della BMW: "Ef­fi­cient Dy­na­mics". 

Una volta entrati nell'auto, i sedili cubici sono comodi e semplici da regolare secondo le proprie esigenze. In più, tutti i controlli sono posizionati strategicamente intorno al volante, per un rapido accesso. La leva del cambio è in alto a destra, vicino al volante, con le luminose lettere D (Movimento) N (Folle) R (Retromarcia) e i pulsanti Star/Stop e Park in cima. Quando si preme il pulsante Start, il motore si accende senza il minimo rumore, poi si schiaccia l'accelleratore e si parte! L'auto in movimento è semplice ed intuitiva da portare; tutte le informazioni sono visualizzate sullo schermo principale nel mezzo del pannello centrale del cruscotto. Si naviga tra le informazioni tramite dei pulsanti posizionati, in una pratica configurazione, alla destra e alla sinistra del volante.  

Dopo tutto, non è questo il futuro delle automobili del 21esimo secolo? Una volta provato, lo AMERETE! La riposta immediata e la performance di guida, la fanno assomigliare ad un'auto a benzina, senza tutti gli inconvenienti. Una dolce accellerazione senza consumo di carburante, senza emissioni nocive e rumore: puro piacere!

Il giro di prova è durato circa 30 minuti, il giusto per godersi un giro della città! Mi sono quindi diretta verso una delle principali autostrade, chiamata la E40. Ho raggiunto facilmente i 120 km/h (o-100 km/h in 7.2s) senza bisogno di schiacciare a tavoletta. Poi, mi sono goduta la bella vista del design interno, che è molto luminoso. Questa versione ha anche un tettuccio parasole indipendente, che si può aprire e chiudere per ciascuno dei passeggeri davanti. Assolutamente fantastico! 

Sicuramente, negli anni  a venire saremo testimoni della Rivoluzione Elettrica, visto che questo è il futuro che i prospetta per le city car a emissioni zero; che certamente cambierà il comportamento dei consumatori verso i veicoli convenzionali. Tra i diversi vantaggi, c'è il basso consumo di energia, il costo di una ricarica totale si aggira sui 3 euro per 160 km. In più, la si può collegare dovunque ci sia una presa convenzionale; e si può controllare il tempo di ricarica e l'energia totale tramite smart phone. Ogni dettaglio p stato pensato per facilitare la mobilità con questo mezzo.  

La produzione di questo "gioiello dell'ingegneria" si svolge a Lipsia (Leipzig in tedesco;ndr), nell'unico impianto al mondo alimentato da 4 turbine eoliche; che produce energia pulita in misura anche maggiore a quella richiesta dalla produzione dei veicoli elettrici. 

Comunque, c'è una lista d'attesa di circa 6 mesi per avere una di queste meraviglie tedesche. Nonostante tutto, in una logica di catena di montaggio (quindi da un punto di vista puramente logistico) questo è geniale: non ci sono avanzi in magazzino o costi di mantenimento delle scorte. Ciò crea anche un sneso di esclusività, che mi ricorda le lunghe code che abbiamo visto all'uscita del primo iPhone. Una bella strategia di mercato per dare al prodotto un valore aggiunto. 

Per tutte queste ragioni, io credo fermamente che i Veicoli Elettrici siano il futuro della mobilità in un mondo eco-sostenibile: Fate un bel respiro e Godetevi il Viaggio!