Il traduttore del mese di Cafébabel.eng !

Articolo pubblicato il 17 marzo 2014
Articolo pubblicato il 17 marzo 2014

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Garen ama il formaggio, gli scozzesi, l'Alsazia e sogna di fare un salto nella Repubblica Ceca. Per non parlare del fatto che è un'eccellente traduttrice che, da novembre 2013, ha portato i nostri articoli in francese a un pubblico di lingua inglese. Abbiamo già detto che Garen ama il formaggio?

co­no­scia­mo il no­stro tra­dut­to­re del mese!

Ca­fé­ba­bel: De­scri­vi te stes­sa in tre pa­ro­le …

Garen: Aman­te dei libri, del­l'a­ria aper­ta, e avida di sa­pe­re.

Cosa fai nella vita in ter­mi­ni di la­vo­ro/ stu­dio?

Sono una tra­dut­tri­ce free­lan­ce dal fran­ce­se al­l'in­gle­se, at­tual­men­te fre­quen­to la ma­gi­stra­le in Scien­za della Tra­du­zio­ne.

Qual è il tuo piat­to pre­fe­ri­to?

Non è pre­ci­sa­men­te un piat­to, ma amo un buon ta­glie­re di for­mag­gi. In una si­tua­zio­ne idea­le, ci sa­reb­be al­me­no dello stil­ton, dello jarl­sberg, del gor­gon­zo­la e il Pont l'Evêque, ma sarei fe­li­ce anche con molti altri!

La tua na­zio­na­li­tà eu­ro­pea pre­fe­ri­ta? Per­ché?

Gli scoz­ze­si, direi. Sono stata a Edun­bur­go di re­cen­te, e al Museo Na­zio­na­le della Sco­zia ho visto un video straor­di­na­rio su come gli scoz­ze­si con­ce­pi­sco­no la "scoz­ze­si­tà".

A quan­do ri­sa­le la tua prima tra­du­zio­ne per Ca­fé­ba­bel?

A no­vem­bre dello scor­so anno,  sul can­tan­te islan­de­se Ásgeir.

Il sogno più stra­no che hai mai fatto?

Ten­den­zial­men­te fac­cio sogni piut­to­sto ba­na­li, ma ce n'è uno che spic­ca sugli altri. Ri­cor­do di es­se­re sal­ta­ta fuori dal letto, con­vin­ta che il pa­vi­men­to stes­se per crol­la­re. Com'e­ra pre­ve­di­bi­le non suc­ces­se, ma mi ci volle un po' per ren­der­mi conto che ero al si­cu­ro.

In una pa­ro­la, cosa si­gni­fi­ca Ca­fé­ba­bel per te?

Co­no­scen­za. Si pos­so­no tro­va­re così tanti punti di vista di­ver­si su cose che non sa­pe­vi nem­me­no che esi­stes­se­ro.

Se do­ves­si sce­glie­re la tua se­zio­ne, ar­ti­co­lo e au­to­re pre­fe­ri­ti della ri­vi­sta Ca­fé­ba­bel…

La mia se­zio­ne pre­fe­ri­ta sa­reb­be la so­cie­tà - c'è un'am­pia scel­ta di ar­ti­co­li molto in­te­res­san­ti. Il mio ar­ti­co­lo pre­fe­ri­to fra quel­li letti fi­no­ra è quel­lo sulla li­ber­tà ci­vi­le nel Regno Unito di Joel Lewin - una let­tu­ra il­lu­mi­nan­te che con­si­glio vi­va­men­te. E per quan­to ri­guar­da il mio au­to­re pre­fe­ri­to, non po­trei sce­glie­re altri che la mia fidanzata Sam Bell.

La cosa più stu­pi­da che hai fatto nella tua vita?

Du­ran­te la mia prima va­can­za in Fran­cia, mi sono ri­fiu­ta­ta di as­sag­gia­re i for­mag­gi più 'spa­ven­to­si', e ades­so mi rendo conto che que­sto ha si­gni­fi­ca­to per­der­mi tutti i più buoni (vedi sopra)! Al­lo­ra, mi li­mi­ta­vo al Ched­dar o al Red Lei­ce­ster.

Il posto più bello d'Eu­ro­pa in cui sei stata fi­no­ra? E per­ché è il più bello?

Penso sia l'Al­sa­zia, in Fran­cia. è una re­gio­ne ma­gi­ni­fi­ca, dove le ci­co­gne sono co­mu­ni come i merli, con delle cam­pa­gne stu­pen­de, pic­co­li cen­tri e città af­fa­sci­nan­ti e, inol­tre, vini e for­mag­gi de­li­zio­si (sto ini­zian­do a ca­pi­re che c'è un bel po' da dire su que­sto ar­go­men­to). 

Una città eu­ro­pea che vor­re­sti vi­si­ta­re... E per­ché vor­re­sti an­dar­ci?

Praga, pro­ba­bil­men­te. Un mio amico che ha dei pa­ren­ti lì mi ha ap­pe­na detto che gli è pia­ciu­to un sacco vi­si­tar­la, e io non sono mai stata nella Re­pub­bli­ca Ceca.

Cosa si­gni­fi­ca l'Eu­ro­pa per te?

Penso che molti bri­tan­ni­ci ten­da­no a in­ter­pre­ta­re l'Eu­ro­pa come quel­la 'par­te al di là del­l'o­cea­no dove si parla in modo buf­fo'. Ma per me, l'Eu­ro­pa si­gni­fi­ca un'i­den­ti­tà che con­di­vi­dia­mo; ab­bia­mo molto più in co­mu­ne di quan­to possa sem­bra­re.