«Il Papa è gay?!»

Articolo pubblicato il 19 ottobre 2005
Articolo pubblicato il 19 ottobre 2005

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

Un giorno uno spagnolo e un tedesco si incontrano e intraprendono una conversazione in inglese, dalla quale scaturisce un equivoco che suona a mò di bestemmia. Lo spagnolo parla al tedesco di un “pappagallo”, in spagnolo “loro”, «un uccello molto colorato», precisa al tedesco che non riesce a capire cosa voglia dire la parola in questione. «Ah, Papagei», risponde il tedesco, dopo aver finalmente capito di cosa si stesse parlando. Lo spagnolo non crede alle proprie orecchie, spalanca gli occhi e chiede sconvolto: «Cosa!? Il Papa è gay?», collegando la parola spagnola Papa, che ha lo stesso significato che in italiano, e la parola inglese "gay": e pensa che il tedesco stia pronunciando un’eresia degna di essere sottoposta all’Inquisizione cattolica. La “colpa” sta nell’espressione e nella pronuncia tedesca di queste due parole, perché la parola “papagayo” in spagnolo indica l’ara, che è un pappagallo sudamericano... ed è molto simile al termine tedesco.