Il Papa è arrivato: Berlino scende in piazza!

Articolo pubblicato il 21 settembre 2011
Articolo pubblicato il 21 settembre 2011
Nel centro di Berlino la facciata della casa editrice di un grande giornale scandalistico ritrae l’ultima notizia con un poster di proporzioni enormi: Benedetto XVI da oggi è a Berlino. E non è certo accolto a braccia aperte. Jörg Steinert, della Federazione Gay e Lesbiche di Germania ci spiega perch2.

La messa nello stadio olimpico ha fatto il tutto esaurito, chi vuole può rifornirsi dei souvenir del Papa, un termos per il caffè o una borsetta con disegni sacri. Ovunque una grande euforia per l’arrivo del papa? Niente affatto.Cento parlamentari hanno boicottato il discorso di Benedetto XVI al Bundestag e sono state annunciate numerose contro-manifestazioni. L’associazione “Der Papst kommt” (“Il Papa sta arrivando”,che riunisce numerose organizzazioni militanti) si è schierata contro la politica sessista e sociale della chiesa cattolica. Jörg Steinert della LSVD (Federazione di Gay e Lesbiche di Germania)scende in piazza e ci racconta le sue motivazioni.

Signor Steinert, cos’ha da dire contro il papa?

Non abbiamo niente contro il papa personalmente e in generale niente contro la sua visita a Berlino. Critichiamo piuttosto la politica sessista e sociale della Chiesa Cattolica e prendiamo questa visita come un’occasione per combattere la discriminazione degli omosessuali, il divieto al preservativo e, difendere la condizione della donna, soprattutto per quanto riguarda i suoi diritti di riproduzione, che contemplano il ricorso alla contraccezione e all’aborto.

Il Vaticano è, in termini di diritti umani, allo stesso livello di paesi come l'Iran. La Chiesa cattolica fa in modo che gli omosessuali vengano perseguitati. Non sono in molti a saperlo. Lasciatemi fare un esempio: se una scuola materna cattolica ha una dipendente lesbica, che si sposa con matrimonio omosessuale, allora può esser licenziata. In nessun’altra società la legge prevede una tale discriminazione.

Perché l'opinione della Chiesa Cattolica ha ancora un grande peso in Germania?

Lo si può vedere anche in politica – in Germania gli omosessuali non godono ancora dei diritti che gli spettano. Quando il Papa era ancora Cardinale, ha definito la legge sulle pari opportunità la "legalizzazione del male".

Qual è l’obiettivo della manifestazione?

L'importante è che non si tratti di una protesta contro la religione stessa. All’interno della nostra associazione ci sono anche persone credenti e ci disturba questa discrepanza tra credenti e rappresentanti. Vogliamo trasmettere il messaggio in maniera tranquilla e gioiosa. E’ un invito aperto a tutti.

La manifestazione''"Der Papst kommt!" si è svolta il 22 Settembre 2011.La marcia di protesta è partita da Potsdammer platz e si è diretta verso la cattedrale cattolica di St. Hedwig.

Foto: (cc)ekai/flickr;