Il mercato dell’oro usato e il Feng Shui

Articolo pubblicato il 19 maggio 2016
Articolo pubblicato il 19 maggio 2016

Attenzione, questo articolo non è stato ancora editato, né pubblicato in alcun gruppo

L'acquisto di oro o la sua vendita sono sempre un buon affare perché l’oro, metallo sacro agli Dei venuto anche dallo spazio in epoche remote, è da sempre uno dei principali beni rifugio: quelli che faranno sempre parte del sistema economico globale, in qualunque momento.

Ecco svelato un semplice quanto fondamentale elemento che ha fatto impennare la compravendita di oro negli ultimi anni: segui la valutazione dell’ oro usato in tempo reale e scoprirai molte cose interessanti.

Sapevi che il vero business a cui partecipano tutti i marketers, avviene quando il prezzo dell'oro per oncia oscilla (aumenta o diminuisce)? E la sua oscillazione avviene nel corso di una qualche recessione, durante una qualsiasi incertezza economica o un evento socio-politico di rilievo: più si oscilla e più si dà spazio ad operazioni che vengono compiute sul mercato.

E sapevi anche che quasi tutti gli italiani hanno avuto un contatto diretto o indiretto con la vendita o l’acquisto dell’oro? Se non ti è ancora capitato, è comunque interessante sapere come mai ci sono molte agenzie dell’oro (facilmente ce ne sarà una nel tuo quartiere). Un giorno potresti persino voler vendere i tuoi vecchi gioielli d'oro, quindi sapere come funziona e  cosa aspettarti potrà sempre esseri utile, non si sa mai.

NOZIONI DI BASE CHE SPESSO NON SI CONOSCONO

Ecco alcune nozioni di base riguardo ai prezzi in carati, peso e qualità: ricorda sempre che con il prezzo dell'oro alto sul mercato (bisogna sempre essere aggiornati), la vendita dei vecchi gioielli d'oro potrà offrire sempre buone opportunità per guadagnare, magari liberandosi di vecchi gioielli di famiglia.

Ricorda che per tutti coloro che partecipano al gigantesco mercato dell’oro, dalle miniere multinazionali al compratore individuale, ci sono tre semplici variabili che influenzano la sua vendita: quanto é puro (in carati, con simbolo “K”), il suo peso (viene venduto in once troy, grammi o milligrammi) e il prezzo spot dell'oro. Di queste, due variabili su tre, non cambiano mai: il carati e il peso. Al contrario il prezzo spot dell'oro può variare, anche di ora in ora.

Il prezzo offerto da un gioielliere varia sempre ampiamente: infatti i compratori d'oro non sono affatto vincolati da alcuna restrizione e quando si tratta di acquistare oro, la loro scelta è sempre individuale!

Altro aspetto informativo molto importante è che l'oro puro (24K) è di colore giallo brillante ed è molto morbido. Potrebbe sembrarti scontato, ma spesso altri metalli vengono fusi insieme per dare durezza o variazione di peso e colore. Questo spiega i diversi timbri in carati (come ad esempio 10K o 14K), che si trovano su alcuni gioielli.

IL BUON SENSO FINANZIARIO

I migliori suggerimenti per la scelta di un acquirente del tuo oro sono sempre quelli dettati dal buon senso finanziario: scegli innanzitutto un gioielliere affidabile e stimato ed assicurati che un ufficio permanente, con un indirizzo fisso. Sappi che la forma e la tipologia di oggetto/gioiello che hai preventivato di vendere ha molta importanza: se hai una moneta d'oro antica o particolare, per esempio, è possibile che valga più del suo contenuto d'oro. Quindi c’è sempre bisogno di un compratore trasparente e aperto al 100% riguardo a come determina il valore dei gioielli.

UN MERCATO AIUTATO DAL FENG SHUI!

Molti metodi orientali e soprattutto il famosoFeng Shui, l’antica arte orientale del riordino delle energie vitali di un ambiente, considerano di liberare la casa dai vecchi gioielli in disuso e dalle vecchie “energie” dei pensieri legati agli oggetti del passato. E’ un modo per fare ordine ma anche per guadagnare e attrarrebuona fortuna, probabilmente perché “più ti liberi da cose vecchie e più attrarrai cose nuove”!

Sono tanti e molto personali i motivi per cui sempre più persone vendono l’oro dei loro vecchi gioielli o lo fanno fondere, trasformandolo. E’ certamente singolare pensare che persino questa tradizione millenaria di riordinare la propria casa da cose e oggetti vecchi e carichi di “memorie” pesanti, annovera proprio di far fondere o vendere i vecchi gioielli inutilizzati.