IL BATTAGLIONE “ERNA” – I DETTAGLI

Articolo pubblicato il 09 agosto 2008
Pubblicato dalla community
Articolo pubblicato il 09 agosto 2008
Visto che il Governo Estone offre sui suoi siti ufficiali le informazioni false sul battaglone "Erna", orientate a giustificare i reati dei nazisti e presentare loro come eroi, ritengo necessario di pubblicare delle ulteriori informazioni volti a svelare il falso. I siti di Ambasciate d’Estonia e il sito dell’organizazzione "Erna" sono gli esempi di falsità e manipolazione dei dati storici.

Userò solo i fonti locali Estoni di informazione, trascurando i fonti di informazione russi – con lo scopo di evitare le accuse isteriche di seguire la propaganda russa.

Il battaglione "Erna" si trovava sotto la giurisdizione di 18 Armata tedesca ed era composta dagli estoni addestrati in Finlandia.

Un scienziato estone Rein Ruutsoo ha apertamente accusato il Governo d’Estonia di falsificare e rescrivere la storia, di glorificare i crimini dei nazisti. L’articolo di Rein Ruutsoo "Agli interessi di chi serve l"Erna?" (Kelle huve teenib Erna?) in lingua estone può essere letto sul sguente link: http://www.delfi.ee/news/paevauudised/arvamus/article.php?id=19477594

Una traduzione amatoriale in russo: http://fyysik.livejournal.com/1063573.html .

Nell articolo di Jaan Kaplinskij pubblicato sul giornale estone "Sirp" si dice: "si comincia ad essere stanchi dalla creazione degli eroi e dall’interpretazione degli sbagli politici e delle perdite come rersistenze eroiche, sia nel caso di battaglia di Sinimàe (nazisti estoni di Waffen SS contro l’Armata Sovetica) sia nel caso di "fratelli di bosco" (una specie di partigiani). Aggiungo qua anche il caso di "Erna"."

Ruutsoo ha dichiarato che la versione della storia proposta dal Ministero della Difesa Estone è scarsa ed infantile ("Olen varemgi osutanud, et kaitseministri Erna õigustamiseks esitatav versioon on lapsik ja vigane"), contestando anche l’infedeltà in diverse versioni liguistiche (la versione estone è diversa da quella inglese).

Ruutsoo sottolinea anche una totale assenza di riferimenti sulle date nei testi e sull’omissione di indicare gli eventi importanti e determinanti (si può paragonare il testo del sito di "Erna" con il mio post "Estonia nelle date"). Nei testi offerti sui siti non c’è una parola su Abwehr di Canaris e di Cellarius – mentre l’"Erna" è stata la loro creatura.

I compiti di "Erna" erano quelli di informare l’Abwehr sui movimenti dell’Ermata Sovetica e sulle sue attività. Il gruppo "Nord" ha partecipato nell’assedio di Sankt Peterburg (Leningrad) e sulla coscienza dei membri dell’"Erna" ci sono tante vite dei cittadini innocenti bloccati in Leningrad.

Il Maggiore Aksel Kristian era il membro dell’amministrazione nazista in Estonia, il che significa che lui era l’ufficiale di un altro stato e non dell’Estonia. I membri dell’"Erna" avevano il contratto di lavoro con il Terzo Reih.

Al partecipante e commandandte dell’"Erna" Henn-Ants Kurg è stato assegnato il segno d’onore nazista, i membri del bataglione è stato concesso il diritto di studiare gratis nelle università tedesche. Henn-Ants Kurg ha continuato il servizio per nazisti: nel 1941 nel Abwehr e dopo nel Vaffen SS. Tanti membri del battaglione hanno fatto la stessa carriera.

Prima dell’inizio del raid dell’"Erna" i nazisti hanno formato le amministrazioni per Estonia -–da quel momento ognuno aveva capito che nazisti non prevedono l’indipendenza per l’Estonia. Ruutsoo giustifica alcuni soldati alludendo al fatto che i stessi potrebbero essere stati circonvenzionati e ingannati dai nazisti e perciò credevano di lottare per l’indipendenza dell’Estonia.

In Estonia Abwehr ha sterminato tantissime famiglie.

Ruurosso contesta anche l’infedeltà nella traduzione dall’estone nell’inglese del lavoro "Resoconto sulla storia Estone 1940-1945" sotto la redazione di Maks Jakobson – sottolienando che il fatto rappresenta una vera manipolazione e frode.

L’organizazzione "Erna" riceve il denaro dal Ministero della difesa d’Estonia mentre in Estonia attualmente ci sono tantissimi bambini che soffrono la fame d altre gravissimi problemi sociali.

Ruurosso capisce che la glorificazione dei reati del battaglione "Erna" e falsificazione della storia rovonano l’immagine dell’Estonia sul livello internazionale, provocano l’odio verso gli estoni e aumenta il conflitto con la Russia.

"Quanto tempo ancora i miti sull "Erna" oscureranno la politica estone e l’economia? Il gruppo "Nashi" (un gruppo di giovani antifashisti-estremisti in Russia) ricevono un motivo per roiunirsi e per condannare l’Estonia ed i suoi revanscisti che sognano di conquistare il Sankt Peterburg. Certamente, chi vuole essere arrabiato trova sempre il motivo per esserlo – però perché dobbiamo offrire loro ¾ del materiale per arrabiarsi?" – chiede Ruutsoo.

Sul sito di "Erna" si può leggere il racconto che i partecipanti del gioco hanno espresso compassione alle vittime civile uccise dall’Armata Sovetica – senza alcun accenno che le vittime civili sono il resultato dell’attaco dell’"Erna" sull’Aramta Sovetica e che se l’"Erna" non fosse arrivato in Estonia, le vittime non ci sarebbero stati. Nessuno dei partecipanti ha espresso la compassione alle vittime civili uccise dall’"Erna".

Sui commenti in Internet si può vedere le offerte di giocare alla deportazione o ai campi di sterminio.

Ebraim Zuroff – dirigente del Centro di Vizental ha espresso la propria indignazione e amarezza per la situazione in generale e per il fatto che il Governo estone gioca con la tragedia umana.

Friso Roskam-Abbing – rappresentante della Commissione Europea . si era rifiutato di commentare il fatto in quanto ritiene che questo problema non ha un carattere trans Europeo.

Rene Van Der Linder – il presidente dell’Assemblea Parlamentare di consiglio d’Europa – ha annunciato che la situazione di glorificazione del nazismo in Estonia è inamissibile e che spera che una tale situazione sarà discussa su una delle prossime sessioni di PACE.