I « piccoli » dell’UE creano i loro giochi !

Articolo pubblicato il 14 novembre 2007
Pubblicato dalla community
Articolo pubblicato il 14 novembre 2007
Chi ha detto che l’Unione Europea si limitava al direttorio dei « grandi » ?

Se si può dire che, nelle arene istituzionali, la Francia, la Gran Bretagna e la Germania ricopriano un ruolo preponderante nel processo decisionale « benchè, il sistema di equilibrio delle voci introdotto dal trattato morificativo tamponi sensibilmente a questa « situazione di posizione dominante »), l’Unione europea rimane l’affare di tutti, soprtatutto dei più piccoli. Contro il complesso d’inferiorità che avrebbe potuto generare una tale disposizione, i piccoli stati hanno saputo cogliere l’opportunità di affermare, anche di rivendicare, la loro piccolezza geografica attraverso lo sport.

Siamo piccoli, pero esistiamo… perchè non creare le nostre olimpiadi ?

Forse voi non lo sapete ma esistono diverse forme di G.O. : i giochi olimpici, d’estate e d’inverno, a priori tutti conoscono quelli ; i giochi olimpici per le persone andiccapate, chiamati giochi paralimpici o handisports ; ma voi conoscevate i « Giochi dei piccoli Stati d’Europa » ? Creati nel 1984 durante le Olimpiadi di Los Angeles, raggruppano tutti gli stati di meno di un miline di abitanti. Dall’inizio nel 1985, la competizione si svolge ogni due anni sotto la guida di ciascuni Stati membri. 

Siamo piccoli, pero esistiamo… perchè non creare le nostre olimpiadi ?

Forse voi non lo sapete ma esistono diverse forme di G.O. : i giochi olimpici, d’estate e d’inverno, a priori tutti conoscono quelli ; i giochi olimpici per le persone andiccapate, chiamati giochi paralimpici o handisports ; ma voi conoscevate i « Giochi dei piccoli Stati d’Europa » ? Creati nel 1984 durante le Olimpiadi di Los Angeles, raggruppano tutti gli stati di meno di un miline di abitanti. Dall’inizio nel 1985, la competizione si svolge ogni due anni sotto la guida di ciascuni Stati membri. 

Le discipline rappresentate sono l’atletismo, il basket, il ciclismo, la ginnastica, il judo, il nuoto, i giochi a bocce (di Lione), il taekwendo, il tennis, il ping-pong, il tiro, la vela, il beach-volley e il pallavolo. E questi giochi incontrano sempre più successo. In giugno, Monaco, paese organizzatore dei Giochi 2007, ha ospitato numerosi visitatori durante la cermenoia d’apertura: nelle vicinanze del porto, le gradinate dei Grandi Prezzi, che non erano stati smontati, erano pieni. Per l’occasione, una barca di crociera ormeggiata alla nuova diga gallegiante del Principato, serveva di “villaggio olimpico”.

Questi giochi hanno un vero impatto, ancher per gli atleti

Spesso ignorati durante les manifestazioni internazionali,  questi giochi sono un’occasioni per gli atleti e i club di distinguersi senza sentirsi schiacciare dal rullo compressore finanziario delle grandi manifestazioni sportive.

L’organizzazione di questi giochi rimane tuttavi molto costosa e l’evento ancora molto poco mediati.

Prossimi giochi : nel 2009 a Cipro… 

Sophie Helbert / Traduzione : Sophie Janod