I millenials e l'amore per l'avocado

Articolo pubblicato il 13 giugno 2017
Articolo pubblicato il 13 giugno 2017

Tim Gurner, un milionario australiano, ha affermato che i millenials devono smettere di comprare toast di avocado se vogliono riuscire a comprarsi una casa. Cafébabel ha usato le sue armi più forti, i dati e la ricerca, per dimostrare che non è tutto avocado quel che luccica.

L'avocado è fonte di vita per i millenials. Puoi cucinarlo in un barbecue, farlo bollire, farlo cuocere, salarlo. Ci sono avocado-kebab, creole di avocado, avocado fritto. Ci sono avocado al sapore di ananas, di limone, avocado di cocco, avocado di peperoncino, zuppa di avocado, avocado, insalata di avocado, avocado e patate, avocado burger, panino di avocado. E poi c'è il famoso toast di avocado.

Il pane toast di avocado è la nuova moneta, e Tim Gurner [NB. Milionario australiano] ha recentemente affermato che è così prezioso da poter permettere a chi smette di mangiarlo di comprare una casa. I 35enni hanno additato i millenials per sprecare le proprie finanze in cibi di lusso. Dal suo altarino morale, ha insistito: "Quando stai spendendo 40 dollari al giorno per un avocado e un caffé cool e non stai lavorando, e naturalmente [non puoi permettersi di comprare una casa]".

Ma Mr. Gurner ha dimenticato un piccolo dettaglio: quando metti in discussione i millenials, questo torna indietro come un boumerang. Cafébabel  ha deciso di prendere questa citazione alla lettera, ma di verificarla con un fack checking. 

Abbiamo scelto 25 capitali dai 28 Paesi membri dell'Ue (Uk ti amiamo ancora!), abbiamo controllato il prezzo del più hipster tra gli avocado toast e calcolato quanti anni di astinenza ci vogliono per potersi comprare un appartamento di 35 metri quadrati in centro. Ecco i risultati: 

Sorpresa! Sorpresa! A Londra dovresti smettere di mangiare avocado per i prossimi 473 anni. Quindi i nipoti dei nipoti dei vostri nipoti non si sporcheranno mai con del verde sui loro toast. A Parigi "bastano" 143 anni. 

Conclusione? Non tutte le starde portano a Roma, sopratutto quelle degli avocado. Forse è meglio provare questa astinenza a Berlino!

Per vedere tutti i risultati, esplorate la mappa interattiva: