I metodi fascisti di Svoboda

Articolo pubblicato il 20 marzo 2014
Articolo pubblicato il 20 marzo 2014

Quando non hai tempo per informarti, leggi le quickies!

Aggressione 

Tre de­pu­ta­ti del par­ti­to na­zio­na­li­sta ucrai­no Svo­boda, hanno ag­gre­di­to fi­si­ca­men­te Ale­xan­dre Pan­te­leïmonov, di­ret­to­re della te­le­vi­sio­ne pub­bli­ca del Paese. In un video, prima di co­strin­ger­lo alle di­mis­sio­ni, i mem­bri del par­ti­to lo ac­cu­sa­no di fare pro­pa­gan­da per Putin. L'o­pi­nio­ne pub­bli­ca ha chie­sto il loro al­lon­ta­na­men­to dal Par­la­me­nto na­zio­na­le. L'ac­ca­du­to rap­pre­sen­ta però un'ot­ti­ma oc­ca­sio­ne per Mosca per de­nun­cia­re i "me­to­di fa­sci­sti" del­l'op­po­si­zio­ne.

Fonte: rfi.​fr, 20/03/2014

Il video shock

Me­glio tardi che mai

IKEA ha ri­ti­ra­to dal mer­ca­to le sue zan­za­rie­re per letti per bam­bi­ni. Il mo­ti­vo? Un po­ten­zia­le ri­schio di stran­go­la­men­to per i neo­na­ti sa­reb­be stato ri­le­va­to dopo le se­gna­la­zio­ni da parte dei clien­ti. La ditta sve­de­se ha in­vi­ta­to tutti co­lo­ro che hanno ac­qui­sta­to il pro­dot­to alla re­sti­tu­zio­ne in cam­bio di un rim­bor­so. Dal 2008 sa­reb­be­ro stati ven­du­ti ben 2,8 mi­lio­ni di esem­pla­ri.

Fonte: today.​it, 20/03/2014