Giornata del migrante: i nomadi d'Europa 

Articolo pubblicato il 18 dicembre 2013
Articolo pubblicato il 18 dicembre 2013

"La casa... è dove è il cuore". Ciò che potrebbe essere una citazione poco originale tratta da un libro di poesie, è ormai una realtà per i nomadi metropolitani di oggi. O forse, "Hello Crisis" sarebbe uno slogan più adatto al regno postmoderno del vagabondaggio europeo? Ecco la selezione del contest Second Home, di Cafébabel Berlino, in occasione del Giornata internazionale del migrante.

A causa della crisi, negli ultimi anni, sempre più giovani sono costretti a scegliersi un’altra casa in Europa. Tuttavia, molti falliscono a far valere i loro innumerevoli diplomi e la conoscenza della lingua di fronte allo shock culturale. Il contest fotografico, Second Home, promosso da Cafébabel Berlino descrive gli alti e i bassi di questa nuova migrazione europea.

Zwischen und in und doch nicht dort  ("Tra" e "in", eppure "non ancora là")

(Fotografa: Lina Ruske)

I am my home 

Elena Tropartz è nata in Germania, ma è cresciuta in Grecia. Successivamente ha studiato in Germania e Scozia, prima di lavorare in Sud Africa. Ora, si sta spostando in Belgio. "Crescere qui, studiare un po’ più in là, lavorare da tutt’altra parte e continuare a spostarsi in altri posti! Dove è la tua casa? Ovunque… Io stessa sono casa mia! Porto con me i  miei ricordi; con ogni nuova esperienza il concetto di casa si espande e sempre più dipinti coprono le sue pareti! Quando chiudo le finestre posso ammirare il mondo intero dentro a casa mia!". 

Slee­py Life

Questi 4 scatti, che fanno parte di una visione unica, sintetizzano una giornata nella vita di una giovane ragazza spagnola che vive nella periferia addormentata di una città francese. L’assenza di persone nelle immagini corrisponde alla natura del posto, una grande città in cui nessuno si sposta a piedi, ma soltanto in macchi,a e dove uno straniero difficilemnte incontra qualcuno.

(Fotografo: Luisa Lucuix Vernet)

Tic­ket to The Fu­tu­re

Una ragazza portoghese su un treno diretto a Londra.

(Fotografo: André Chaves)

Home Is Where The Heart Is 

Spostarsi in un Paese straniero non vuol dire soltanto cercare un lavoro, un appartamento e portarsi dietro le proprie cose. Vuol dire anche trovare nuovi amici e fare i conti con una nuova cultura per costruire una seconda casa anche nel tuo cuore. "La casa è dove è il cuore". 

(Fotografa: Sandra Gramm).

VINCITORE SECOND HOME CONTEST - Hello Cri­sis 

In conseguenza del tasso crescente di disoccupazione in Paesi come il Portogallo, la Grecia, l’Italia o la Spagna,  molti giovani si spostano in Germania per cercare un futuro migliore. 

(Fotografo vincitore: Jean-Paul Pastor Guzman).