Francesi: inglese a livello “balcanico”

Articolo pubblicato il 16 settembre 2009
Articolo pubblicato il 16 settembre 2009
«Le posizioni del diciannovesimo secolo riguardo l'apprendimento delle lingue non sono solo una perdita di tempo per le persone, ma anche una gran perdita di soldi», afferma un giovane irlandese che insegna inglese a Parigi, capitale di una nazione con un sistema educativo arcaico.

«ZE». Questa è la prima parola che solitamente scrivo alla lavagna quando insegno inglese in Francia. Pronunciarla è tabù. Quando uno studente non riesce a pronunciare l'aspirato «th», tutto quello che devo fare è lanciare un finto sguardo serio a quel ZE, e lo studente si corregge da solo.

L'esperienza mi ha insegnato che in Francia è necessario iniziare con le basi. L'anno scorso, in base ai risultati ufficiali ottenuti nell'esame Toefl (Test of English as a Foreign Language), la Francia si è classificata al 69° posto; solo qualche punto in più alle nazioni che il quotidiano Le Monde definisce «gli ignoranti d'Europa»: Kosovo, Cipro e Albania.

Il top dei fiaschi

È un ostinato stereotipo il rifiuto dei francesi di parlare in inglese ai turisti stranieri. Tuttavia, questo non aiuta le centinaia di promettenti studenti francesi che ogni anno hanno a disposizione delle scelte limitate perché non parlano inglese. Forse è arrivato il momento per il Governo francese di prendere nota del vecchio detto «non ci sono studenti incapaci, solo insegnanti incapaci».

La Francia, secondo Marie-Sandrine Sgherri del settimanale francese Le Point, «produce i peggiori insegnanti d’inglese del mondo».

Il sistema educativo francese è arcaico. Questo sembra evidente già nelle prime ore d’insegnamento dell'inglese in Francia. Gli studenti recitano intere frasi imparate a memoria senza conoscere il significato delle singole parole. Hanno generalmente una ridicola conoscenza dell'alfabeto fonetico, ma non hanno una minima idea di come le parole vengano pronunciate. Sospirano di fronte a una tabella dei verbi e dei tempi, ed entrano in panico quando devono fare un esempio pratico. Quando ho iniziato a insegnare inglese a Parigi, sono rimasto sconcertato dalle gravi deficienze linguistiche dei miei alunni. Ero appena tornato dalla Svizzera, dove gli studenti parlano comunque francese, ma non hanno nessuno di questi problemi quando iniziano a studiare inglese. Quindi, perché il sistema francese funziona così male?

Secondo l'autore americano Laurel Zuckerman, la colpa è di un solo esame: l'infame Agrégation d'Anglais.

Passare l’esame d’inglese in francese?

(gwhalin/ Flickr)L'Agrégation è il famigerato esame che gli studenti di tutta Francia devono sostenere per diventare professori universitari. Lo scopo è di selezionare la futura élite d’insegnanti d’inglese in Francia. Il problema è che per superare l'esame non è necessario parlare un buon inglese. Infatti, come ha scoperto Zuckerman, essere un madrelingua inglese è un handicap, ed è difficile superare quest'esame bizzarro. Nel suo resoconto investigativo Sorbonne Confidential (2009), Zuckerman esplora lo straordinario mondo dell'Agrégation e il suo ruolo nel produrre «i peggiori insegnanti del mondo». Più della metà dell'esame è in francese, e una gran parte delle sezioni in inglese richiede una traduzione dal francese. Fino al 2009, uno dei componenti principali dell'esame era la leçon, una presentazione orale che non solo era tenuta in francese, ma era giudicata sull'eloquenza e sulla padronanza del candidato della lingua francese. Non solo, ma il candidato deve scrivere una tesi in francese, composta secondo i principi cartesiani che vengono insegnati nelle scuole superiori francesi, un'impresa difficile persino per il più fluente degli stranieri. E questo è tutto per diventare un insegnante di lingua inglese.

Quest'estate ho conosciuto una giovane madre inglese che si è trasferita con la sua famiglia a Parigi, e voleva che facessi lezioni d’inglese ai suoi figli. «È solo che - mi ha detto- qua non insegnano realmente l'inglese». Ho fatto un cenno di approvazione col capo. «Sono andata a fare un colloquio con l'insegnante d’inglese della scuola e, parlando sinceramente, riusciva a malapena a mettere insieme due parole in inglese per fare una frase».

La metropolitana e gli autobus francesi sono tappezzati di pubblicità che promettono lezioni di lingua con insegnanti madrelingua, con costi elevati, mentre il sistema della pubblica istruzione sta fallendo, anno dopo anno.