Fabio Cannavaro consiglia la pasta alla siciliana

Articolo pubblicato il 19 gennaio 2009
Articolo pubblicato il 19 gennaio 2009
In Europa un bambino su quattro è in sovrappeso. Nel libro di cucina per bambini, Eat for goals, tredici sportivi dispensano consigli per un’alimentazione sana attraverso le ricette “alleggerite” dei loro piatti preferiti. L’esperimento culinario dei nostri redattori.

Tra i propositi per l’anno nuovo potrebbe esserci quello di iniziare a preoccuparsi per la salute dei più piccoli: in Europa un bambino su quattro soffre di obesità infantile. Queste cifre stanno raggiungendo, e in alcuni casi supwww.world-heart-federation.orgerando, quelle del Paese con la più alta percentuale di obesi al mondo, gli Stati Uniti. Più ore di educazione fisica nelle scuole e dieta equilibrata sono alcune delle strategie per contrastare il problema. Le malattie cardiovascolari sono infatti la prima causa di mortalità nei Paesi sviluppati, e la cattiva alimentazione è un fattore cruciale in tal senso. Per questa ragione la Commissione europea, in collaborazione con Uefa e World Heart Fondation (organizzazione che si occupa di prevenzione contro malattie cardiovascolari) ha presentato un libro di ricette per bambini che coniuga passione per il calcio e mangiar sano, dove tredici calciatori di fama mondiale illustrano le loro ricette preferite. Il ricettario è disponibile online in tedesco, francese e inglese, a 12,90. Parte dell’incasso (un euro per ogni copia acquistata) è destinato al finanziamento di programmi a sostegno della lotta contro l’obesità infantile.

Riso alla cubana: il piatto preferito da Thierry Henry

Thierry Henry presenta questo piatto le cui origini, contrariamente alle apparenze, non sono cubane ma spagnole. Questa versione light dell’originale è ben lontana dalle abitudini culinarie degli spagnoli: la salsiccia scompare, e l’olio d’oliva va dosato con moderazione. La ricetta, di facile esecuzione, è ridotta ai minimi termini per rispettare il fabbisogno calorico dei più piccoli. Il sacrificio dei sapori caratteristici è pressoché inevitabile. C’è da sperare che i bambini non perdano il gusto per la buona cucina, e non diventino ossessionati con proteine, grassi e carboidrati indicati sotto le foto dei rispettivi calciatori.

(Pedro Picón)

www.world-heart-federation.org

Insalata di pollo con salsa di yogurt all’aglio e curry di Catherine Paaske Soerensen

La ricetta in due parole? Fantastica idea, pessima esecuzione. Se fossi un bambino di dieci anni senza la minima esperienza ai fornelli, l’esperimento potrebbe finire in tragedia: pentole bruciate e dita mozzate. L’esordio promette bene: sappiamo cosa e quanto acquistare. Anche se non abbiamo mai visto i pomodori secchi o l’avocado, le foto vengono in nostro aiuto. La nota dolente riguarda la realizzazione pratica della ricetta, dove non è spiegato come si preparano i petti di pollo, né tantomeno quando aggiungere i condimenti. E poi cosa diavolo significa quell’espressione ricorrente “Tbsp” e “tsp”? Ultimo particolare da non trascurare: quale genitore degenerato lascerebbe il proprio figlio in balia di coltelli e fornelli? Oltre alla salsa un bambino potrebbe fare ben poco per la preparazione di questo piatto. Dimenticavo: l’insalata è veramente deliziosa.

(Marysia Amribd)

Fabio Cannavaro e la sua pasta alla siciliana

La ricetta di Fabio Cannavaro sarebbe perfetta se non fosse per un piccolo particolare: per ottenere delle melanzane fondenti e non gommose bisogna eliminare l’acqua. Ecco un piccolo trucco: dopo aver tagliato le melanzane, riponetele in uno scolapasta con del sale e appoggiategli sopra una pentola con dell’acqua per una mezzoretta almeno. Quindi, strizzatele con le mani una ad una. Ripetete l’operazione fino a quando tutta l’acqua non sarà fuoriuscita. A questo punto le nostre melanzane sono pronte per essere fritte in padella con olio abbondante e uno spicchio d’aglio. Buon appetito!

(Adriano Farano)